Quali tipologie di vernici vengono impiegate per il parquet?

In commercio esistono differenti tipologie di vernici in grado di soddisfare qualsiasi gusto. Quale è la composizione delle vernici? Quali sono le differenti tipologie presenti nel mercato? Esiste una classificazione in grado di indirizzare la scelta verso la vernice più adatta alle proprie esigenze?

Proteggere il parquet è la prima cosa che viene in mente dopo la sua messa in posa: tanto elegante e raffinato, quanto delicato. Dunque è necessario trattare il legno adeguatamente al fine di rendere praticabile e calpestabile il pavimento e non rischiare di comprometterlo inevitabilmente.
Il trattamento più noto è sicuramente la verniciatura che consente di rinforzare il legno e garantire la sua lunga durata. Necessario e fondamentale è comprendere quali siano le vernici più usate per il parquet e approfondire la loro composizione e impiego, al fine di destreggiarsi meglio nel mondo dei trattamenti protettivi.

A COSA SERVONO LE VERNICI PER IL PARQUET?

Data la precisa natura del legno, materiale naturale e vivo, tutti i trattamenti protettivi non fanno altro che consentire che esso riesca ad invecchiare in completa salute, ovvero: il legno, con il tempo, sarà soggetto ad un deterioramento fisiologico, che lo renderà molto più vissuto e naturale, le vernici, non fanno altro che evitare che il parquet prenda le sembianze di un pavimento rovinato e sgradevole, pieno di fori e graffi dovuti all'usura. Chiaramente, il trattamento con vernice non è una soluzione definitiva ma garantisce di conservare il parquet per almeno 10 anni, in seguito, sarà sufficiente limare e ritrattare.

Parquet trattato con verniciatura opaca
(Parquet trattato con verniciatura opaca)

Le vernici sono impiegate maggiormente sulle superfici che vengono esposte all'azione di agenti atmosferici, di sbalzi termici o ai raggi del sole, come nel caso dei parquet per esterni. Scopo della vernice, dunque, è quello di garantire una completa protezione al parquet e anche conferire una particolare colorazione o decorazione. Gli strati di vernice garantiscono una superficie del parquet molto più liscia e facilmente pulibile, nonché impermeabile e resistente agli urti, alle abrasioni, ai graffi, in generale all'usura.

Dopo il trattamento di verniciatura, il parquet può presentare differenti risultati, in base alla tecnica scelta, ovvero:

  • vernice con effetto lucido;
  • vernice con effetto satinato;
  • vernice con effetto metallizzato;
  • vernice con effetto madreperlato;
  • vernice con effetto martellato.

Dunque una buona vernice per parquet deve garantire precise prestazioni, quali i seguenti:

  • deve assicurare che il parquet sia ricoperto da una pellicola protettiva uniforme, impermeabile;
  • deve garantire la resistenza all'invecchiamento;
  • deve garantire una buona flessibilità, al fine di attutire le contrazioni o le dilatazioni del legno ed evitare spaccature;
  • aderire perfettamente al fondo, ma questo dipende in gran parte alla preparazione di questo, dunque alla sua pulizia e porosità;
  • deve garantire un ottimo impatto visivo, dunque il parquet dovrà risultare bello e accogliente.

DA CHE COSA SONO COMPOSTE LE VERNICI PER IL PARQUET?

Le vernici per il legno sono costituite da una soluzione che presenta una consistenza variabile, che può essere incolore oppure colorata. All'interno di questa soluzione vengono disperse delle particelle solide, solitamente pigmenti organici e inorganici. Una volta che la vernice così composta viene applicata sulla superficie del parquet, questi vengono rilasciati, insieme al film protettivo che si forma. Quest'ultima consta di quattro principali componenti, ovvero i seguenti:

  • il solvente;
  • il legante;
  • i pigmenti;
  • gli additivi.

Il solvente consente di mantenere la consistenza fluida della vernice, ma non appena essa viene stesa sulla superficie del legno, il solvente evapora durante il processo di essiccazione.
Il legante, è composto da sostanze chiamate filmogene, con base di resine vegetali, oli naturali (lino, cera), oppure con composizione sintetica (resine alchiliche). Ad esso è affidato il compito di proteggere il parquet, dunque di formare lo strato protettivo, in grado di preservare il legno da possibili incidenti; proprio dai leganti dipende gran parte delle proprietà delle proprietà meccaniche e fisiche del prodotto impiegato per il trattamento.

Parquet verniciato
(Parquet verniciato)

I pigmenti, invece, sono i componenti solidi della vernice e ne determinano la colorazione, oltre a conferirne quelle particolari caratteristiche di resistenza all'abrasione, ai raggi UV e una durezza capace di resistere al calpestio.
Gli additivi servono ad accelerare il processo di essiccazione, limitare l'ingiallimento dovuto all'azione dei raggi UV e anche ad assicurare la necessaria elasticità del film protettivo, al fine di evitare che si formino delle spaccature.

QUALI SONO LE TIPOLOGIE DI VERNICI PRESENTI IN COMMERCIO E QUALI SONO LE LORO CARATTERISTICHE?

In base alla loro composizione, alle caratteristiche e alla destinazione, in commercio è possibile trovare differenti tipologie di vernici, quali quelle monocomponente, realizzate da un sol prodotto, dunque, facili da essiccare e da usare, quelle bicomponenti che sono caratterizzate da una maggiore resistenza e, in ultimo, quelle ad acqua, inodore e atossiche proprio perché il solvente è costituito quasi interamente da acqua. Esistono anche vernici naturali realizzate con materie prime naturali e poi sciolte con solventi anch'essi naturali, quali la trementina naturale, l'aceto di vino, la cera d'api, l'alcool, l'olio di lino, la calce o le resine vegetali.
Un discorso a parte meritano le vernici sintetiche, poiché la loro composizione è stata soggetto di studi che ne hanno rivelato l'alto tasso di inquinamento sia per l'uomo, sia per l'ambiente, proprio a causa della presenza di sostanze nocive contenute al loro interno.
Le vernici sintetiche più conosciute sono le seguenti:

  • vernici poliuretaniche;
  • vernici epossidiche.

Le vernici, inoltre si differenziano anche in base alla tipologia di impiego, infatti particolari vernici sono adatte a determinati ambienti, cioè i locali interni o esterni.
Le vernici per i parquet esterni, devono garantire un'ottima durabilità, poiché il legno, in questo caso, è maggiormente esposto alle intemperie e agli agenti atmosferici. Dunque le vernici dovranno limitare l'assorbimento dei raggi solari e dell'umidità da parte del legno e in egual modo proteggere il parquet dai possibili attacchi di parassiti o di vegetali. Va da se, che qualsiasi sia la tipologia di vernice impiegata per il trattamento delle superfici esterne, questa deve garantire una buona elasticità al fine di non provocare gli inestetismi dovuti alla contrazione del legno, quali la screpolatura e la sfaldatura.

Parquet per esterni trattato con vernice
(Parquet per esterni trattato con vernice)

Le vernici per il parquet interni devono garantire un'alta resistenza agli urti, come anche alle macchie, ai graffi e all'azione dei detersivi. Oggigiorno le vernici più impiegate per gli ambienti interni sono quelli con base ad acqua.
In base alle vernici scelte, inoltre, è possibile conferire al parquet differenti aspetti in grado di soddisfare le più svariate esigenze e committenze.
Le vernici coprenti si differenziano da quelle trasparenti, poiché quest'ultime ricoprono il legno con uno strato di film sottile e protettivo (che può essere lucido o satinato) che non copre, ma anzi esalta le venature, mentre le prime coprono il parquet con uno strato colorato, dunque mascherando completamente il colore originario del legno.
Inoltre esistono delle vernici particolari in grado di conferire al parquet particolari aspetti, quali i seguenti:

  • vernici ad effetto anticato, capaci di esaltare la porosità e le venature del legno (si consiglia di stendere queste particolari vernici partendo da un'essenza già ricca di venature come il rovere);
  • vernici metallizzate, brillanti e particolarmente resistenti, caratterizzate dalla presenza di minuscole particelle metalliche.

In commercio inoltre è possibile trovare vernici adatte per particolari impieghi, in base alle loro precise caratteristiche. È possibile distinguere, dunque, tra le seguenti tipologie di vernici, ovvero:

  • vernici ignifughe capaci di opporsi e rallentare il propagarsi delle fiamme; in caso di incendio, infatti, il film protettivo situato sopra al parquet si inspessisce e si gonfia, fino a staccarsi, creando, in questo modo, una barriera contro il calore;
  • vernici impermeabilizzanti, le quali penetrano nel legno in profondità;
  • gli impregnanti, che vengono assorbiti dal legno, non si staccano e lasciano a vista le venature naturali del legno.
Autore

Dott.ssa Sara Tomasello