Tutti i segreti per la pulizia dei pavimenti in PVC

I pavimenti in pvc utilizzati sia in ambito industriale che residenziale sono pratici, economici, e hanno una grande versatilità. Per mantenere inalterata la loro durabilità nel tempo è necessaria una corretta manutenzione ordinaria e straordinaria, con prodotti specifici.

Il pavimento in pvc (realizzato con cloruro di vinile e sostanze plastiche) è una tipologia di pavimento leggero, economico, riciclabile, e che ha una grande durabilità nel tempo. Il pvc inoltre è un materiale dalla grande versatilità che si presta, con l'aggiunta di determinati additivi, alla realizzazione di pavimenti dalla particolari caratteristiche, come ad esempio i pavimenti antitrauma, pavimenti conduttivi o pavimenti acustici.

Il pvc è un tipo di pavimento ottimale anche in ambito sanitario (ospedali, camere operatorie, ambulatori), per due ragioni specifiche: è resistente all'usura ed è igienico, dalla semplice pulizia. È disponibile in due differenti tipi di mescole: omogenea ed eterogenea, che dipendono dalle differenti proporzioni di mescola delle diverse materie platiche, resine viniliche, e vari additivi. Ma in generale il suo utilizzo è ampiamente diffuso nelle palestre, o in generale in tutti gli ambienti sportivi.

Ci sono due differenti tipologie di rivestimento: a quadrotti o rotoli. Per poter stabilire la quantità di entrambi i tipi occorre fare un calcolo semplice, mettendo in relazione la superficie dell'ambiente che deve essere rivestito dividendo per la superficie del singolo quadrotto o rotolo, e aumentando il tutto di circa un quindici per cento per gli sfridi. La quantità di colla utilizzata invece va in base ai metri quadrati di superficie da rivestire.

 

Facile da pulire

La pavimentazione in pvc viene solitamente scelta per le abitazioni, gli uffici, o comunque per quei locali dove c'è un notevole "traffico" della superficie calpestabile. Questa tipologia di pavimenti viene preferita nella maggior parte dei casi perché la sua pulizia è semplice e gli interventi di restauro possono essere effettuati quando si è accumulata molta sporcizia. Gli attrezzi necessari a una pulizia ordinaria e per una perfetta manutenzione dei pavimenti in pvc sono:

  • aspirapolvere o una scopa morbida per rimuovere la sporcizia
  • acqua
  • panno morbido non abrasivo
  • panno di lana
  • lucidatrice
  • sapone neutro
  • sapone specifico (per macchie ostinate)

Pulizia ordinaria

I pavimenti in pvc hanno due grandi nemici, che sono lo sporco ordinario (il continuo passaggio delle scarpe) e le sostanze chimiche e alimentari (caduta di materiali come la lacca, ad esempio, oppure di cibi, vino, caffè). Il primo segreto per avere un pavimento sempre lucido e pulito è quello di pulire giornalmente con l'aspirapolvere, o una scopa morbida, e quindi lavare con acqua. Nel caso di macchie "semplici" ci si può aiutare con l'applicazione di una detergente liquido, neutro e senza sostanze coloranti. Basta applicare il sapone (sciolto in acqua calda) direttamente sulla macchia con un panno morbido.

Gli interventi straordinari devono essere fatti ogni due anni circa

(La lucidatrice è necessaria per la pulizia straordinaria del pavimento in pvc)

Le macchie persistenti

Nel caso di macchie persistenti è necessario l'utilizzo di uno specifico detergente, che debba però essere arricchito con la cera, uno degli elementi base nella realizzazione dello stesso pavimento in pvc. Il nostro prodotto va spruzzato direttamente sulle macchie e occorre lasciarlo agire per circa una mezz'ora. Successivamente le macchie vanno rimosse con panno normale, e subito dopo bisogna passare sulla superficie un panno di lana, si tratta di un procedimento molto semplice, ma che ha la capacità di eliminare qualsiasi tipo di sporco, e il prodotto ha la capacità di restituire al pavimento il suo aspetto originario, poiché va a riempire quegli interstizi che si vengono a creare. C'è bisogno di un tempo per far agire il detergente, dopodiché è necessario utilizzare una lucidatrice elettrica (con spazzola morbida). Consiglio fondamentale è quello di non utilizzare mai acqua in eccesso, poiché nel caso in cui in qualsiasi punto del locale si sia sollevato un lembo di pvc, l'infiltrazione dell'acqua provoca lo scollamento dei pannelli.

Pulizia straordinaria

Periodicamente, e cioè circa ogni ventiquattro mesi, i pavimenti in pvc hanno bisogno anche di una pulizia straordinaria, che viene effettuata con le lucidatrici, macchine che sono in grado di rimuovere anche lo sporco più ostinato che va ad annidarsi nei micropori che opacizzano il pavimento. L'intervento di lucidatura, conferisce una maggiore brillantezza superficiale al nostro pavimento, e ne aumenta di riflesso anche il grado di resistenza.

Consigli pratici

Ci sono naturalmente delle accortezze per fare in modo che il pavimento rimanga nel tempo inalterato sia da un punto di vista estetico che funzionale. Gli oggetti di gomma come i tappetini andrebbero evitati poiché questi materiali a contatto del nostro pavimento possono rilasciare delle sostanze coloranti che vanno a macchiare indelebilmente il materiale resilinico. Stesso dicasi per le sedie, che possono lasciare segni in profondità sulla superficie, e per questo sarebbe opportuno comprare delle sedie adatte proprio per i pavimenti in pvc, oppure applicare degli appositi elementi ai piedi del mobilio.

Articolo letto 3.974 volte

Autore

Luigi Boccia