Tipologie, formati, costi e lavorazione delle piastrelle in cemento

L'universo dell'edilizia abitativa contemporanea ha accolto una nuova tipologia di piastrelle: quelle in cemento. Non più solo grigie e in formato maxi, adesso, esse si adattano alle esigenze degli edifici domestici e commerciali. Quali sono le tipologie e le caratteristiche di queste nuove piastrelle? Come vengono prodotte e quale è la loro resa estetica? I formati e i costi.

Oramai è abbastanza noto, i pavimenti in cemento sono diventati i nuovi competitor dell'edilizia: non più grigi e monotoni, essi si presentano alla clientela come rivestimenti accattivanti e glamour, in grado di venire incontro a tutte le esigenze di stile e decorazione.

Piastrelle in cemento decorato
(Piastrelle in cemento decorato)

Scintillii, tinte e finiture rendono le superficie in cemento molto apprezzate, merito anche della facilità di posa e della manutenzione immediata e molto pratica.
Le superfici in cemento possono essere realizzate mediante due tecniche di posa, ovvero le seguenti:

  • la gettata di cemento;
  • la posa delle piastrelle.

Mentre per la prima si ricorre ad una colata di impasto di cemento per ricoprire la superficie interessata, per la seconda, invece, si adopera la classica incollatura delle piastrelle, che in questo caso sono interamente realizzate in cemento. Mentre la prima tecnica di posa può risultare un po' più difficoltosa, poiché necessita di manodopera specializzata, a meno che non si ricorra all'impasto autolivellante, per la posa delle piastrelle in cemento, invece, l'iter da seguire è molto più semplice ed immediato.

Piastrelle in cemento per esterni
(Viottolo realizzato con piastrelle in cemento per esterno)

L'universo delle piastrelle in cemento necessita di un approfondimento non solo sulle tecniche di posa, ma anche sulle caratteristiche, gli usi specifici e le tipologie.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE E GLI USI DELLE PIASTRELLE IN CEMENTO?

Le piastrelle in cemento sono state da poco rivalutate dal settore edilizio tradizionale. Infatti, fino a poco tempo fa, i pavimenti in cemento venivano impiegati esclusivamente nel settore industriale, poiché caratterizzati da una particolare resistenza ai carichi pesanti.

Oggigiorno, invece, le peculiarità delle pavimentazioni in cemento si incontrano con quelle degli edifici destinati all'abitazione o alle attività commerciali. Quest'ultime, però, non si sono adeguate al grigiore delle pavimentazioni in cemento, ma al contrario, è stato proprio questo materiale che ha seguito le mode del momento, diventando uno spietato concorrente degli altri rivestimenti edilizi.

Piastrelle in cemento decorato impiegate per il rivestimento e la pavimentazione di una cucina
(Piastrelle in cemento decorato, impiegate per il rivestimento e la pavimentazione di una cucina)

Anche le piastrelle in cemento, per tanto tempo, sono state impiegate esclusivamente per la pavimentazione di ambienti industriali, soprattutto per la loro estetica sottovalutata e poco gradevole; la freddezza, che allontanava le pavimentazioni in cemento dalle abitazioni private, è stata sostituita da tecniche di lavorazione sofisticate e artistiche, che rendono ogni singola piastrella un piccolo gioiello da portare sotto i piedi e far ammirare.

Piastrelle in cemento per esterni
(Pavimento di una veranda esterna realizzato con piastrelle in cemento)

Le piastrelle in cemento, oggigiorno, vengono impiegate per la pavimentazione di ambienti interni, sofisticati, moderni e rustici, come anche per i rivestimenti esterni, come nel caso di vialetti per giardini, rampe di accesso, parcheggi per aree commerciali, delimitazioni di aiuole, fontane, sentieri pedonali, strade adatte per il transito veicolare, cucine, bagni, salotti e chi più ne ha più ne metta: è indispensabile valutare le caratteristiche di ogni singola tipologia di piastrelle in modo da scegliere quella più adatta al proprio caso.

Tra le caratteristiche più lampanti delle piastrelle in cemento, sicuramente, vanno elencate le seguenti:

  • l'economicità;
  • la velocità e la praticità della messa in posa;
  • la facilità della pulizia e della manutenzione;
  • la resistenza ai carichi pesanti;
  • la resistenza agli agenti atmosferici;
  • l'antigelività;
  • la resistenza al calpestio;
  • la durabilità nel tempo;
  • l'ignifugicità;
  • l'impermeabilizzazione;
  • la praticità nella levigatura e nella lucidatura;
  • l'elevato livello di personificazione;
  • la pendenza di almeno 1 cm su mq, fattore indispensabile per le pavimentazioni esterne.

Va da sé che i valori delle caratteristiche sopraelencate variano in base alla tipologia di piastrelle in cemento impiegata.

QUALI SONO LE TIPOLOGIE DELLE PIASTRELLE IN CEMENTO?

Le piastrelle in cemento sono caratterizzate da una resistenza molto alta che apre tutte le porte ai numerosi impieghi. La facilità di posa e la praticità di manutenzione aggiungono i pezzi indispensabili per la realizzazione di un puzzle perfetto. L'elemento estetico, di altissima personalizzazione, consente di completare un capolavoro di edilizia che solo da poco è stato riscoperto.

Pavimento dell'interno di un'abitazione realizzato con piastrelle in cemento
(Pavimento dell'interno di un'abitazione realizzato con piastrelle in cemento)

Tuttavia, in base alla combinazione delle caratteristiche tipiche delle piastrelle in cemento, è possibile far rientrare quest'ultime all'interno di due grandi aree applicative, ovvero le seguenti:

  • le piastrelle per gli ambienti interni;
  • le piastrelle per gli ambienti esterni.

Mentre le prime sono caratterizzate da una resistenza elevata, la quale, tuttavia, dona largo spazio ad altri elementi, quali, ad esempio, la resistenza al calpestio e all'usura, nonché alle rifiniture e all'estetica in generale, le seconde, invece, si distinguono per la particolare durezza e durevolezza nel tempo, abbinando anche la resistenza all'azione degli agenti atmosferici, soprattutto al gelo.

Piastrelle esagonali in cemento colorato
(Piastrelle esagonali in cemento colorato)

In entrambi i casi, sia che si tratti di piastrelle in cemento per interni o per esterni, le rifiniture superficiali arrivano in soccorso, attenuando la particolare porosità del cemento e conferendo alle piastrelle quell'estetica ricercata. Impregnanti o strati di resina vengono posati sulle superfici, realizzati in piastrelle di cemento, così che esse riescano a risultare più resistenti e pregevoli.

Detto ciò, è possibile stilare un elenco delle molteplici tipologie di piastrelle in cemento adatte per gli ambienti interni e per quelli esterni, ovvero le seguenti:

  • le piastrelle in cemento e graniglia di marmo, impiegate per interni e per esterni;
  • le piastrelle in cemento al quarzo, impiegate per interni e per esterni;
  • le piastrelle in cemento stampato, impiegate per interni e per esterni;
  • le piastrelle per giardino in cemento;
  • le piastrelle in cemento autobloccante, impiegate per interni e per esterni;
  • le piastrelle in cemento colorato o decorato, impiegate per interni e per esterni.

QUALI SONO I FORMATI E COSTI DELLE PIASTRELLE IN CEMENTO?

Se in un  primo momento, le piastrelle in cemento venivano realizzate in formati molto grandi, a seguito dell'unico impiego industriale che se ne faceva, oggigiorno, invece, le stesse piastrelle si adeguano, convertendosi alle esigenze degli ambienti domestici. Infatti, in commercio sono disponibili piastrelle dalle forme e dalle dimensioni molto varie: piastrelle quadrate, rettangolari, esagonali, con dimensioni che vanno da 25X25, fino ad arrivare a 120X120.

In ambito industriale, le piastrelle in cemento erano posate con spigoli e lati squadrati, oggigiorno, però, gli stessi vengono rettificati, così da garantire una superficie quasi continua, senza alcuna interruzione, elegante, calorosa e pratica da pulire.

Piastrelle in cemento con particolare formato e decorazione
(Piastrelle in cemento con particolare formato e decorazione)

Il costo delle piastrelle in cemento va dai 15 ai 30 € al mq, ma in base alla finitura e ai trattamenti desiderati il prezzo può aumentare. Al costo delle piastrelle al mq va aggiunto quello della manodopera della messa in posa, che solitamente si aggira intorno ai 15/20€ al mq.

COME VENGONO PRODOTTE LE PIASTRELLE IN CEMENTO?

Le piastrelle in cemento vengono realizzate miscelando insieme un composto, realizzato con acqua e inerti vari. Tuttavia, in base alle percentuali di composizione, alla durevolezza e alla destinazione d'uso, è possibile giungere a differenti tipologie di cemento.

Produzione delle piastrelle in cemento
(Produzione delle piastrelle in cemento)

La produzione di piastrelle in cemento può seguire un iter industriale, oppure artigianale. La forma e il formato delle piastrelle viene ricavato da stampi in ghisa o in acciaio, all'interno dei quali viene versato un impasto di cemento e, eventualmente, ossidi colorati o inerti vari.

I disegni vengono realizzati con mascherine di ottone, all'interno delle quali è possibile far colare le colorazioni prescelte. Una volta asciugato l'impasto, la mascherina viene tolta e la piastrella estratta dallo stampo. A questo punto la piastrella è pronta per essere sottoposta al processo di stagionatura.

Piastrelle in cemento di formato piccolo e con decorazione
(Piastrelle in cemento di formato piccolo e con particolare decorazione)

La produzione artigianale consente di giungere ad un prodotto unico e particolare, per il quale l'imprecisione e i difetti sono gli elementi indispensabili: una piastrella realizzata a mano, non potrà mai possedere i requisiti di perfezione, tipica di quella eseguita mediante stampi industriali, ma proprio in questo sta la sua unicità.
Alcune aziende, si dichiarano disposte a personalizzare le piastrelle in cemento, esaltando le colorazioni e creando contrasti piacevoli, nonché disegni e colorazioni, invidiabili persino ai migliori prodotti in cotto o in ceramica.

VIDEO – COME VENGONO REALIZZATE LE PIASTRELLE DECORATE IN CEMENTO

Qui di seguito vengono proposti due video illustrativi, al fine di conoscere dettagliatamente il processo di realizzazione delle piastrelle decorate in cemento. I video propongono i metodi di lavorazione dell'azienda Basilepavimenti.

Il primo consente di comprendere la realizzazione di piastrelle in cemento decorate.

Il secondo, qui di seguito, invece, approfondisce la realizzazione di piastrelle decorate e colorate, realizzate in cemento e graniglia.

COME VENGONO POSATE LE PIASTRELLE IN CEMENTO?

Le piastrelle in cemento possono essere posate seguendo due tipologie di tecniche, ovvero quella mediante malta bastarda, o quella mediante collante. La prima, oggigiorno, è caduta in disuso, poiché, nel tempo, provocava il deterioramento delle piastrelle nella parte interessata maggiormente al calpestio.

Le piastrelle in cemento, dunque, vengono posate mediate collante su un sottofondo adeguatamente preparato, pulito e privato di imperfezioni e avvallamenti. Una volta posata la colla, le piastrelle vengono posate, esercitando una leggera pressione e assicurandosi che la superficie sia perfettamente livellata.

Piastrelle in cemento per esterni
(Piastrelle in cemento per esterni)

Durante la posa delle piastrelle in cemento, è possibile evitare la stuccatura delle fughe, grazie alla loro particolare struttura, altrimenti eseguibile mediante un impasto riempi fughe.

Articolo letto 13.328 volte

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello