Quanto costano le piastrelle in ceramica? Una guida per l'acquisto

Per acquistare le piastrelle in ceramica occorre valutare una serie di fattori. Quali sono gli aspetti da valutare per la scelta delle piastrelle adeguate alle proprie esigenze? Come calcolare il giusto quantitativo di piastrelle necessarie? Da che cosa dipende il prezzo delle piastrelle? E in ultimo, quali sono i prezzi indicativi delle principali piastrelle in ceramica presenti in commercio?

Acquistare le piastrelle in ceramica non è una operazione complicata, basta, infatti, recarsi all'interno di un negozio specializzato per prenotare l'ordine: l'economicità e la reperibilità sono due delle peculiarità delle piastrelle in ceramica.

In realtà, vi sono tutta una serie di fattori che vengono a sommarsi durante l'acquisto e l'apparente semplicità potrebbe trasformarsi in un flop se non vi si prestasse la giusta attenzione.
Conoscere la quantità di piastrelle da acquistare, come anche essere aggiornati sui costi, sono tutte le valutazioni indispensabili da fare prima dell'ordine.

COME SCEGLIERE LE PIASTRELLE IN CERAMICA?

La scelta delle piastrelle in ceramica, talvolta, viene condotta per motivi esclusivamente estetici, di design e di arredamento, ritenendo erroneamente che la scelta di una piastrella equivalga ad un'altra.

Per scegliere adeguatamente una piastrella, adatta per esigenze specifiche, bisognerà conoscere le tipologie presenti in commercio, al fine di valutare correttamente e non lasciarsi incantare, esclusivamente, dall'aspetto estetico.

Bagno rivestito con piastrelle in ceramica
(Bagno rivestito con piastrelle in ceramica)

Innanzitutto bisognerà sapere che le piastrelle vengono riuniti in due grandi gruppi, ovvero, quelle dotate di una resistenza particolare all'usura e al calpestio, solitamente destinate per la pavimentazione, e quelle riconoscibili per il loro grande valore estetico, le quali sono più adatte per il rivestimento.

Il mercato, inoltre, fa anche un'altra distinzione, tra le piastrelle adatte agli ambienti esterni e quelle per gli ambienti interni.
Scegliere di acquistare le piastrelle in ceramica dipenderà da una serie di fattori estetici e tecnici, ma in un primo momento, l'acquirente dovrà fare i conti con i vincoli delle abitazioni, ovvero valutare la grandezza e la luminosità dell'ambiente, come anche lo stile e il colore, la tipologia dell'arredamento o l'essenza degli infissi e delle porte.

Le piastrelle caratterizzate da un formato grande andranno prese in considerazione per la posa in ambiente spazioso, la posa a spiga di pesce, invece, sarà più indicata per gli ambienti più piccoli.

COME CALCOLARE L'ESATTO QUANTITATIVO DI PIASTRELLE DA ORDINARE?

Chiarito il concetto che esistono diverse tipologie di piastrelle, classificate in base alla loro destinazione d'uso, sarà necessario fare i conti con la quantità, in modo tale da considerare e calcolare con esattezza gli elementi da comperare, al fine di non commettere imprecisioni o acquisti senza senso.

Per pavimentare un locale è necessario eseguire i seguenti calcoli:

  • moltiplicare la larghezza per la lunghezza della stanza;
  • ottenuto il risultato, occorrerà aggiungere almeno l'8%, al fine di ottenere l'ordine esatto delle piastrelle da considerare per l'ordine d'acquisto;
  • se si decide di acquistare le piastrelle con dimensioni oltre i 30x30 cm, è necessario tenere conto del fatto che, in futuro, in caso di un necessario ripristino o sostituzione, bisognerà impiegare un quantitativo maggiore di piastrelle, rispetto a quello da considerare per un intervento con 20x20 o 25x25 cm, a causa proprio della dimensione;
  • una volta effettuato l'acquisto sarà necessario annotare l'articolo, la tonalità, il codice, il colore, cosicché sarà più agevole una sostituzione.

Per procedere con il rivestimento di una parete il procedimento rimane il medesimo, solo bisogna decidere come posare le piastrelle, sommare il perimetro delle pareti che si vogliono rivestire, moltiplicarlo per l'altezza e poi aggiungere il 5-7%.

DA CHE COSA DIPENDE IL PREZZO DELLE PIASTRELLE IN CERAMICA?

Le piastrelle in ceramica sono conosciute per la loro economicità, se paragonate ad altri materiali edili. Tuttavia, la fascia di prezzo all'interno della quale poter collocare le piastrelle in ceramica è molto ampia, poiché la determinazione del prezzo finale dipende da una serie di fattori oggettivi che interessano l'aspetto e la natura delle piastrelle.
Per determinare il prezzo di una piastrella in ceramica occorrerà valutare e fare attenzione alle differenze tra i vari elementi, sulla base dei seguenti fattori:

  • l'impasto di preparazione;
  • il design e i colori;
  • la dimensione e la forma;
  • le tecniche di preparazione;
  • la presenza di eventuali difetti che ne determineranno la scelta (dalla prima alla terza).

Le peculiarità sopra esposte fanno parte delle caratteristiche estetiche di una piastrella; la scelta delle piastrelle, tuttavia, non può fondarsi, esclusivamente, su questi elementi che rientrano nella sfera dei gusti personali e delle preferenze. A determinare il prezzo di una ceramica concorrono anche altri fattori tecnici, i quali interessano più la natura delle piastrelle, ovvero:

  • lo spessore;
  • la destinazione delle piastrelle (per esterni o interni, per rivestimenti o pavimenti);
  • la resistenza all'usura;
  • il coefficiente antiscivolo, indicato con il simbolo R, con un valore compreso tra il 9 e il 12.

QUALI SONO I PREZZI INDICATIVI DELLE PIASTRELLE IN CERAMICA?

I prezzi indicativi delle piastrelle considerano sempre il mq; il costo del singolo elemento viene espresso solo nel caso di pezzi particolari, quali a esempio le modanature o le piastrelle decorate.

Inoltre, se non si è alla ricerca di piastrelle particolari e non è necessario un quantitativo esagerato, si può optare per le rimanenze in giacenza o di fine serie: probabilmente si tratta di un contentino che però può far risparmiare sul prezzo finale.

Il prezzo delle piastrelle potrebbe subire una variazione e usufruire dell'aliquota Iva agevolata, nel caso in cui le piastrelle avessero una collocazione particolare, dunque è sempre opportuno informarsi.

Esposizione di piastrelle in ceramica in un negozio
(Esposizione di piastrelle in ceramica all'interno di un negozio specializzato)

Il prezzo del gres porcellanato, che per tanto tempo è stato considerato come un materiale adatto per rivestimenti secondari, negli ultimi anni si è avvicinato molto a quello delle altre piastrelle in ceramica, più pregiate.

Nella tabella qui di seguito si indicano i prezzi medi delle principali pezzature e tipologie di piastrelle in ceramica, presenti nel mercato.

TIPOLOGIA DI PIASTRELLE

COSTO

SECONDA TERZA SCELTA MONOCOTTURA dai 9 ai 10€ al mq
PRIMA SCELTA GRES PORCELLANATO dai 18 ai 25€ al mq
PIASTRELLA MEDIA IN BICOTTURA O IN GRES PORCELLANATO dai 13 ai 15€ al mq

I prezzi tenderanno a crescere quando dalle piastrelle commerciali si passerà a metodologie di lavorazione artigianali. Nella tabella qui di seguito si indicano i prezzi relativi alle piastrelle in ceramiche più ricercate in termini di qualità e design.

TIPOLOGIA DI PIASTRELLE

COSTO

PIASTRELLA IN GRES PORCELLANATO EFFETTO PARQUET (FORMATO 20X120 O 15X120 CM) dai 40 ai 45€ al mq
GRES PORCELLANATO EFFETTO MARMO (FORMATO 45X45 CM) dai 18 ai 25€ al mq
GRES PORCELLANATO EFFETTO LEGNO PREGIATO (FORMATO 30X60 E 60X60) 30€ al mq

Articolo letto 14.478 volte

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello