Il mondo delle piastrelle adesive spiegato passo passo: prezzo, messa in posa, vantaggi e svantaggi

Le piastrelle adesive sono alleate alternative dell'edilizia moderna: colorate e decorate secondo i gusti e gli stili più svariati. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle piastrelle adesive? Quanto costano? Come avviene la messa in posa? Le piastrelle adesive combinano insieme la semplicità e l'economicità messe al servizio del fai da te.

Tante volte si sceglie di cambiare lo stile, il look, della propria casa, proprio partendo dalle pareti o dai pavimenti. Ugualmente, però, questo processo di rinnovamento può comportare uno sforzo immane anche a livello economico, poiché smontare le piastrelle di rivestimento può risultare un processo troppo lungo e impegnativo, oltre che oneroso.

A volte, le operazioni di manutenzione o di rinnovamento richiedono la sostituzione di alcune fasce decorative, ma il lavoro richiederà ugualmente una fatica elevata, a causa dell'inevitabile ricorso ad interventi di muratura.

Piastrelle adesive con venature e disegni del parquet
(Posa a colla di piastrelle adesive con venature del legno)

Oggigiorno, però, in commercio, sono disponibili nuove tipologie di piastrelle in grado di facilitare tutti i procedimenti di montaggio e smontaggio della pavimentazione. Queste piastrelle sono dotate di uno strato adesivo che consente di incollarle facilmente sul suolo e proprio da questa particolare e innovativa struttura esse prendono il nome, si tratta, infatti, di piastrelle adesive. Quest'ultime possono avere già in dotazione una parte autoadesiva sul retro, oppure possono essere posate con l'ausilio di una colla al silicone.

Le piastrelle adesive trovano sempre di più un ampio impiego nel settore edile, grazie proprio alla loro facilità di posa e alla loro variegata possibilità di scelta, che consente di creare un ambiente raffinato ed elegante, qualsiasi sia lo stile e il genere: le piastrelle adesive, infatti, sono adatte per il rivestimento di pavimenti, muri, grandi o piccoli superfici.

CHE COSA SONO LE PIASTRELLE ADESIVE?

Le piastrelle adesive sono materiali impiegati in edilizia, composti principalmente da plastica. Il loro aspetto varia a seconda delle esigenze estetiche, infatti, è possibile avere piastrelle con effetto legno, quelle simulanti la ceramica (le quali vengono lavorate con gli estratti dello stesso materiale), quelle che riproducono prati verdi, murature colorate o qualsiasi altra tipologia di superficie riproducibile con la plastica o il pvc. In particolare, la plastica viene lavorata insieme a particolari minerali i quali conferiscono al materiale un'estrema versatilità.

Pellicola protettiva sul retro delle piastrelle adesive
(Pellicola protettiva sul retro delle piastrelle adesive)

La forma delle piastrelle adesive è, solitamente, squadrata e regolare, al fine di facilitarne la posa; il materiale, inoltre, risulta molto flessibile, oltre che facilmente tagliabile per mezzo di un cutter.

In commercio è possibile trovare differenti tipologie di piastrelle adesive, nonostante la loro composizione rimanga pressoché uguale (plastica lavorata o pvc). Grazie a particolari lavorazioni, con le piastrelle adesive è possibile imitare ogni tipologia di materiale, in grado di adattarsi ad ambienti differenti.

I MATERIALI E LE CARATTERISTICHE TECNICHE

Per mezzo delle nuove tecnologie e di raffinate tecniche di lavorazione è possibile realizzare piastrelle adesive con differenti materiali compositi, dal vinile, ai minerali, alle sostanze chimiche di sintesi, così da aumentarne le caratteristiche di resistenza e simulare quelle dei rivestimenti tradizionali.

Piastrelle adesive color oro
(Piastrelle adesive color oro)

La composizione delle piastrelle adesive varia in base all'azienda produttrice: in commercio è possibile trovare piastrelle con soluzione autoadesiva oppure quelle che necessitano di colla al silicone per essere applicate e, in entrambi i casi, è necessario procedere all'applicazione delle piastrelle su una superficie liscia e levigata.  La posa su superfici irregolari è possibile con l'impiego di stucchi particolari. La presa adesiva, inoltre, sarà fortissima in qualsiasi caso.

I materiali utilizzati per la composizione delle piastrelle, inoltre, sono appositamente trattati e vengono messi in commercio con finitura isolante.

I FORMATI

Le piastrelle adesive si trovano in commercio sottoforma di grandi lastre che è necessario tagliare seguendo le istruzioni indicate all'interno delle confezione, per mezzo di forbici taglienti o cutter.

Le piastrelle adesive hanno delle dimensioni regolari al fine di essere applicate con facilità e rispondere a diversi tipi di esigenze, proprio per questo si presentano in soluzioni standard, ovvero:

  • piastrelle piccole 40,6 x 40,6 cm;
  • piastrelle medie 30,5 x 60,9 cm;
  • piastrelle grandi 60,9 x 60,9 cm;
  • piastrelle con soluzioni personalizzate.

Le dimensioni dello spessore possono anch'esse cambiare: da un minimo di 2 mm (solitamente impiegato per il rivestimento delle pavimentazioni interne, in questo caso, infatti, non è necessario modificare l'altezza delle porte), ad un massimo di 9 mm (impiegato per il rivestimento di ambienti esterni, poiché caratterizzato da una resistenza maggiore).

IN QUALI AMBIENTI È POSSIBILE IMPIEGARE LE PIASTRELLE ADESIVE?

Grazie alla loro facilità di posa per mezzo di tecniche tradizionali, le piastrelle adesive sono adatte per il rivestimento di qualsiasi superficie, anche la più piccola o difficile da raggiungere.
Le piastrelle adesive sono adatte anche per essere impiegate all'interno di ambienti umidi, come il bagno oppure la cucina, poiché garantiscono un'ottima resistenza all'umidità, nonché un elevato comfort al calpestio. La loro caratteristica struttura consente di assorbire i rumori, i passi o le eventuali cadute di oggetti.
Nel caso in cui si dovesse procedere con il rivestimento dei bordi molati, ad esempio di uno specchio, è possibile creare un effetto raffinato anche impiegando le piastrelle adesive che si adatteranno perfettamente alle esigenze richieste.

Ripiano rivestito con piastrelle adesive
(Ripiano rivestito con piastrelle adesive)

I materiali che vengono impiegati per fissare le piastrelle adesive, sono applicabili anche sull'intonaco, sul gesso e sul cemento, dunque è possibile rivestire qualsiasi tipologia di superficie, dal pavimento alle pareti, purché esse siano lisce e levigate, in alternativa, sarà possibile ricorrere a particolari prodotti, specifici per superfici irregolari.

Le piastrelle adesive possono essere impiegate anche in ambienti particolarmente soggetti ad usura che necessitano di una continua manutenzione: rinnovare con le piastrelle adesive risulta molto più economico.

COME VENGONO APPLICATE LE PIASTRELLE ADESIVE?

Le piastrelle adesive vengono semplicemente applicate sul suolo, in pochi e semplici passaggi, che rendono il procedimento accessibile a tutti, anche a coloro che sono meno esperti: le tecniche del fai da te, infatti, riescono a garantire un lavoro ottimale, anche qualora non si possedessero delle competenze specifiche.

Quali materiale e attrezzi servono?

Per procedere con la posa delle piastrelle adesive occorrono i seguenti attrezzi:

  • le piastrelle adesive;
  • 1 cutter professionale;
  • un metro;
  • la colla al silicone nel caso in cui le piastrelle non fossero adesive;
  • un rullo per pavimenti;
  • una squadra;
  • una spatola di plastica.

Consiglio utile

Per conoscere la quantità di piastrelle da acquistare è necessario moltiplicare larghezza della superficie da rivestire per la sua lunghezza, così da ottenere i mq delle lastre o quadrotti di piastrelle necessari. È consigliabile comprare il 10% in più per un eventuale dimensionamento (tagli di piastrelle, angoli smussati) delle piastrelle, in relazione alla forma della superficie da rivestire.

Come procedere?

La posa delle piastrelle, dunque, viene realizzata seguendo passaggi ben precisi che vengono riassunti nei seguenti punti:

  • assicurarsi che la superficie sia liscia e levigata e poi procedere con la pulizia e la sgrassatura accurata;
  • appoggiare la prima piastrella incominciando dal centro della superficie;
  • posizionare le altre piastrelle, formando una fila verticale ed una orizzontale e con una squadra verificare che il punto di incontro delle due file formi un angolo retto, fatto ciò è consigliabile tracciare, con una matita le linee di contorno delle due file di piastrelle, al fine di avere una linea guida;
  • rimuovere le piastrelle ed iniziare la posa effettiva;
  • qualora sia prevista, rimuovere la pellicola protettiva dell'adesivo posizionato sul retro della prima piastrella; in caso contrario, procedere con la stesura del collante;
  • posare la prima piastrella all'interno del riquadro tracciato precedentemente con la matita, secondo la disposizione delle piastrelle di prova; quando è posizionata correttamente esercitare una leggera pressione partendo dal centro e proseguendo verso i bordi;
  • procedere con la posa delle altre piastrelle facendo attenzione di rispettare un eguale dimensionamento delle linee di fuga; in questo modo continuare fino al perimetro della stanza;
  • qualora fosse necessario recidere una piastrella per seguire l'andamento delle pareti (angoli o impedimenti vari), sarà sufficiente incidere con un coltello da cucina e piegare fino a provocare la rottura della piastrella adesiva;
  • passare un rullo su tutta la superficie, per evitare la formazione di bolle d'aria;
  • finita la posa, applicare lo stucco tra una piastrella e un'altra, riempiendo gli spazi che si sono creati, questo permetterà di conferire alla pavimentazione una natura più veritiera;
  • rimuovere con un panno umido le eccedenze di stucco.

COME FARE PER REALIZZARE DEI RITAGLI PARTICOLARI O FREGI?

Chiarita la metodologia da seguire per la posa delle piastrelle adesive, per realizzare particolari decori policromatici o di fregi non è necessario ricorrere ad un procedimento differente, tuttavia, è necessario realizzare uno schema e rispettarlo nei colori e nella disposizione delle piastrelle.
La realizzazione di un fregio, invece, viene effettuata dopo la messa in posa e prevede una seri di passaggi, cioè:

  • innanzitutto bisogna realizzare una sagoma del motivo scelto con un semplice cartoncino;
  • poi bisogna applicare la sagoma realizzata sulla superficie interessata e disegnare i contorni con una matita;
  • in base al disegno ricavato, ritagliare le piastrelle con un cutter, facendo attenzione di non far sollevare gli angoli;
  • utilizzare le piastrelle ritagliate per ricavare il fregio che si intende realizzare, dunque, incollare le piastrelle.

COME EFFETTUARE LA MANUTENZIONE DELLE PIASTRELLE ADESIVE?

Le piastrelle adesive possono essere trattate con normali prodotti per la pulizia, tuttavia hanno bisogno di molte cure e accorgimenti, infatti, nonostante esse siano impermeabili, è necessario ridurre al massimo le infiltrazioni, al fine di evitare la formazione di muffe, o l'innalzamento delle piastrelle o addirittura il loro scollamento.

Piastrelle adesive color verde bottiglia
(Piastrelle adesive color verde bottiglia posate sul parquet)

Bisognerebbe evitare anche di esporre le piastrelle adesive all'azione diretta del sole, poiché il calore potrebbe danneggiare il materiale collante. Dunque è necessario posare le piastrelle in superfici ombreggiate (se in esterni) o comunque non direttamente esposte ai raggi solari.
Anche lo strusciare dei mobili potrebbe causare danneggiamenti alle piastrelle, proprio per questo motivo, è consigliabile ricoprire i puntali con materiali protettivi morbidi.
Per una corretta e ordinaria manutenzione e pulizia delle piastrelle adesive è necessario impiegare acqua tiepida e sapone neutro, poiché tutti i prodotti aggressivi potrebbero pregiudicare lo strato superficiale delle piastrelle.

QUALI DECORAZIONI È POSSIBILE REALIZZARE CON LE PIASTRELLE ADESIVE?

Le piastrelle adesive sono interamente costituite di materiale plastico o in poliacrilico, dunque sulla loro superficie è possibile applicare qualsiasi decorazione.
Simulare le venature del legno, o colorare gli ambienti con colori sgargianti, o ancora riprodurre la lucente eleganza del gres, non è questo il limite delle piastrelle adesive, i decori sono il frutto di lavori artigianali eseguiti con la ceramica più ricercata e particolare, oppure di grafica moderna e metropolitana, tipica dei luoghi più chic e alternativi.

L'elevata semplicità di applicazione e le tecniche fai da te, consentono di abbellire tutti gli ambienti con un elevato risparmio economico.

I VANTAGGI E GLI SVANTAGGI DELLE PIASTRELLE ADESIVE

La scelta di rivestire gli ambienti con le piastrelle adesive garantisce innumerevoli vantaggi, ad iniziare dalla praticità della posa e dalla vasta gamma di possibili soluzioni, decori e colori offerte dal mercato. L'aspetto economico è un altro dei fattori che rientrano tra gli aspetti positivi di queste innovative forme edili: il loro costo, nettamente inferiore rispetto a quello dei rivestimenti tradizionali, le rende vincenti nella competizione, poiché possono essere sostituite con molto facilità, poiché il portafogli non imprecherà contro.

Rivestimento di un bagno con piastrlle adesive
(Rivestimento di un bagno con piastrlle adesive)

Di contro, tuttavia, le piastrelle adesive, sono caratterizzate da una resistenza inferiore, rispetto ai materiali tradizionali, dunque sono maggiormente soggette all'usura e al logorio dell'azione degli agenti atmosferici e chimici: il colore sbiadisce in fretta e l'invecchiamento è precoce. Le piastrelle adesive, inoltre, nonostante l'impermeabilità, sono maggiormente esposte alle infiltrazioni: questo rischio aumenta quando le piastrelle sono posate su superfici non lisce.

In sostanza, le piastrelle adesive altri non sono che un palliativo momentaneo, in attesa di essere completamente sostituite da rivestimenti tradizionali.

QUANTO COSTANO LE PIASTRELE ADESIVE?

Le piastrelle adesive sono facilmente reperibili in negozi specializzati o addirittura via web; il costo, inoltre è accessibilissimo a tutte le tasche, poiché il prezzo oscilla dai 7 ai 35 € al mq.

Articolo letto 119.357 volte

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello