Le diverse pose del pavimento in cotto

Il cotto e le sue diverse realtà relative alla posa.

Il cotto è una tipologia di pavimento che fa parte della famiglia delle ceramiche. I primi esempi risalgono al IV secolo a.C. e non sono altro che l'unione di argilla e acqua, ed il composto viene successivamente all'interno di un forno.

Il cotto è usato ai giorni nostri non più solo in ambienti rustici ma anche nelle abitazioni più moderne, proprio perché nel corso del tempo è stato valutato un pavimento di gran classe e prestigio. Riesce quindi a convivere con i più diversi stili architettonici.

esempio di pavimentazione in cotto

(Esempio di pavimentazione in cotto.)

Dobbiamo inoltre ricordare che il cotto oltre ad essere esteticamente molto bello e gradevole, ha anche dei costi contenuti, è un pavimento molto resistente ed è facile da posare.

Di seguito possiamo visualizzare un video di FornaceBrioni in cui sono mostrate diverse tipologie di pavimentazioni in cotto artigianale:

Le diverse tecniche di posa del pavimento in cotto.

Tra le diverse tecniche dobbiamo ricordare quella più usata ai giorni nostri, ovvero la posa a collante. Di questa tecnica è opportuno far presente che nel periodo estivo, soprattutto negli ambienti assolati, bisogna posare solo piccole zone di collante, in quanto questo, per via del caldo, tende a creare uno strato superficiale non più aderente.

esempio di posa del cotto

(Esempio di posa del cotto.)

Dopo aver terminato la fase della posa, bisogna procedere con la stuccatura; procedimento fondamentale al fine di ottenere un ottimo risultato.

-Per le pavimentazioni in cotto industriale sono usate delle malte premiscelate.

-Per le pavimentazioni in cotto artigianale è usato invece il cemento pozzolanico e la sabbia di fiume.

Otterremo una stuccatura perfetta seguendo dei brevi e semplici suggerimenti:

  • Con tipologie di cotto permeabili e assai porose.
  • Il cotto deve essere bagnato o comunque umido prima di procedere con la stuccatura, poiché in caso contrario lo stucco potrebbe seccarsi e rimanere sfaldabile.
  • L'impasto deve rimanere omogeneo, regolare e corposo.

Nel momento in cui lo stucco si è perfettamente asciugato, dovremo procedere utilizzando una macchina spugnatrice, che riesce a eliminare tutti gli eccessi. Dove non potremo passare con la macchina, dovremo utilizzare una spugna.

La fase successiva è quella di lavare e trattare il pavimento:

  • Per il lavaggio ci dovremo occupare di usare una soluzione di acqua e detergente, per poi utilizzare una macchina che vada a sfregare l'intera superficie, con l'intento poi di aspirare tutto lo sporco.
  • Si procede con il trattamento del pavimento, che può essere fatto anche con il cotto umido nel caso si utilizzassero dei prodotti traspiranti. Sono posti in un secondo momento diversi prodotti impregnanti, con lo scopo di creare uno strato protettivo antimuffa, idrorepellente, antimacchia, antiolio.
  • Infine si pone una cera grassa che sarà lucidata con una macchina in un secondo momento.

I passaggi finora descritti sono validi sia per gli interni sia per gli esterni.

La manutenzione del cotto è molto semplice, basta passare della cera diluita con dell'acqua.

Precedentemente la tecnica più usata invece era la posa in opera tradizionale o a spianata. Questa tipologia di posa è creata con uno strato di malta cementizia, che è costituita da cemento, sabbia e calce. Creando una base di malta cementizia, questa riesce a eliminare eventuali dislivelli e imperfezioni del pavimento preesistente. Si spolverizza poi l'intera zona con uno o due millimetri di cemento, procedendo poi con la posa del pavimento. Solo dopo si procederà con la livellatura della pavimentazione. Solo con il passare dei giorni potremo procedere con la stuccatura del pavimento in cotto.

Uno degli svantaggi più grandi di questa tipologia di posa è che crea un'adesione non regolare dei diversi mattoni.

Alleghiamo un video di italrestauri sulla fornitura, la posa ed il trattamento del pavimento in cotto:

Tra i vantaggi della posa a collante ricordiamo sicuramente la velocità dell'intero procedimento, il fatto di poter posare i mattoni in cotto su altri tipi di pavimenti, tra cui le piastrelle, linoleum e tanto altro. Inoltre presenta una perfetta resistenza alle dilatazioni termiche.

Ecco alcuni esempi di pavimenti in cotto posati:

posa del pavimento in cotto

(Esempio di pavimento in cotto che viene posato.)

esempio pavimento in cotto

(Esempio di pavimento in cotto.)

esempio pavimento in cotto

(Esempio di pavimentazione in cotto.)

Autore

Roberta Bianca