Il cotto è un pavimento eterno e duraturo?

Il cotto e l'antico splendore che dona agli ambienti.

Il pavimento in cotto è uno dei pavimenti più usati nel mondo dell'edilizia, che si ottiene dalla cottura dell'argilla.  Il cotto fa parte della famiglia delle ceramiche, e risulta una pavimentazione particolarmente versatile, tanto da poter essere usato per gli ambienti interni, rustici e prestigiosi, ma anche per le superfici esterne.

Esempio di pavimento in cotto

(Esempio pavimentazione in cotto.)

Il pavimento in cotto non ha bisogno di particolari attenzioni, anche se seguendo importanti accorgimenti, potremo preservare la sua bellezza nel corso del tempo. La manutenzione dovrà essere eseguita subito dopo la posa del pavimento. I diversi trattamenti dipendono dagli ambienti:

  • Per gli interni useremo cere ed emulsioni oleorepellenti.
  • Per gli esterni sarà necessario usare, affinché il pavimento sia protetto da umidità e pioggia, prodotti idrorepellenti.

Questi passaggi sono fondamentali per far durare la luminosità del pavimento e per facilitare i passaggi di pulizia e manutenzione dopo. La prima volta che dovremo lavare il pavimento sarà necessario aspettare all'incirca trenta giorni nel caso di posa a malta, e all'incirca quindici giorni per la posa a collante.

Esempio di pavimento in cotto

(Esempio pavimentazione in cotto.)

Purtroppo tutti gli oggetti, nel corso del tempo, possono rovinarsi. Il degrado può essere causato ad esempio dal calpestio oppure anche a causa di muffe.

Analizziamo i trattamenti che devono essere fatti su questa tipologia di pavimentazione.

  • Dalla superficie del cotto è necessario eliminare lo sporco.
  • Cercare di salvaguardare il pavimento da eventuali macchie.
  • Creare uno strato di protezione sulla superficie del pavimento è un'ottima cosa per rendere la pulizia un processo semplice, ma soprattutto per tentare di mantenere le caratteristiche innate del cotto.

Nel trattare il cotto bisogna tenere in alta considerazione che parliamo di un prodotto molto poroso, ciò vuol dire che assorbe in modo facile le macchie di sporco, che possono essere provocate da diversi elementi quali caffè, olio, bevande acide e tanto altro. Vi sono diversi colori delle macchie che si formano sul cotto:

  • Bianche, che possono essere causate da una sbagliata lavatura della cera.
  • Scure, quando entrano in contatto umidità e prodotti per lavare e pulire il pavimento.

La porosità del pavimento può essere diminuita usando dei prodotti che formano una sorta di pellicola sopra la superficie del cotto. Inoltre bisogna aggiungere che con il pavimento in cotto la migliore soluzione è la prevenzione, andando a creare una buona base per il futuro.

Esempio pavimento in cotto rovinato

(Esempio pavimento in cotto rovinato.)

Inizialmente prima di iniziare il processo di protezione della superficie del pavimento occorreva aspettare molto tempo, oggigiorno invece il procedimento può essere compiuto già da subito, con il pavimento in cotto bagnato. Infatti sul pavimento, che è stato precedentemente lavato, sono posti a spruzzo degli impregnanti aventi caratteristiche antimuffa, impermeabili, antiolio, antimacchia e che tendono a disidratare la superficie della pavimentazione. E' solo in un secondo momento che si procede stendendo una cera grassa e, quando ancora non è asciugata, si lucida la superficie della pavimentazione con una macchina apposita. Tutti i prodotti che sono usati in questa fase sono traspiranti, in quanto altrimenti non si potrebbe dar vita al trattamento con il pavimento bagnato. Per i pavimenti da esterno il trattamento può essere uguale, ma è consigliabile utilizzare dei prodotti con caratteristiche antigraffi, resistente alle piogge, al gelo e ai diversi cambiamenti climatici.

Non bisogna sottovalutare i problemi causati dal gelo, ovvero la possibilità che le mattonelle in cotto si rompano. Esistono tipologie di pavimento in cotto che sono considerate totalmente resistenti al gelo e di questo bisogna ben informarsi dal venditore.

Per quanto riguarda la pulizia quotidiana è necessario spazzare il pavimento e lavarlo con acqua e prodotti neutri.

Esempio pulizia del pavimento in cotto

(Esempio di pulizia del cotto.)

Sarebbe preferibile usare dei prodotti adatti per il cotto, in quanto nell'utilizzo di prodotti non specifici si potrebbe rendere il pavimento nuovamente poroso, andando a eliminare quello strato protettivo creato in precedenza. Si possono creare anche dei prodotti casalinghi, costituiti da acqua, aceto bianco e detersivo per piatti. Fondamentale è il momento dell'asciugatura, che deve esser fatta con un panno asciutto.

Alleghiamo un video di Italrestauri sulla posa e trattamento del pavimento in cotto:

Autore

Roberta Bianca