Erba Sintetica: le basi da conoscere per una scelta di qualità di un prato sintetico

Un famoso proverbio dice: risparmio non è mai guadagno. Tuttavia, acquistando l'erba sintetica si può risparmiare molto rispetto ad un prato naturale, mantenendo alta la qualità dei nostri giardini.

Sapendo che ormai il tempo a nostra disposizione durante la giornata è sempre meno e che i ritmi di vita sono molto più veloci, per i nostri giardini possiamo prendere in considerazione un'alternativa comoda, efficace e rapida: il prato sintetico (o erba sintetica).

I nostri spazi esterni possono infatti essere realizzati utilizzando l'erba sintetica, riuscendo nello scopo di eliminare i costi di manutenzione e arrivare a salvaguardare l'ambiente.

Andando a porre un prato sintetico di qualità si può risparmiare fino al 70% rispetto a un prato naturale che deve esser invece sottoposto a continue cure da parte nostra o di personale specializzato. Il prato naturale bisogna infatti costantemente tagliarlo, annaffiarlo e trattarlo con cure a volte anche dispendiose.

Con un prato sintetico viene quasi totalmente eliminata l'intera fase di manutenzione andando a guadagnare tempo prezioso da poter sfruttare per godersi il proprio giardino.

casa con prato sintetico

Oggi l'erba sintetica venduta dalle società è atossica e quindi sicura per gli adulti, per i bambini e per gli animali domestici. L'altezza solitamente consigliata è di 3-4 centimetri, e riesce a garantire un'assoluta morbidezza; ma esistono anche tipologie di prati sintetici più massicce e resistenti per gli amici a quattro zampe. Pulizia e sicurezza devono essere le prerogative.

In commercio esistono tantissime tipologie di erba sintetica che, grazie alle loro caratteristiche, sono in grado di adattarsi a qualsiasi situazione.

Quelle più comuni sono le stuoie a telo basso, che sembrano dei tappeti e sono ottimali per ricoprire spazi non coperti dal prato naturale. Vengono realizzate con rifiniture molto semplici e rappresentano un'ottima soluzione economica per andare a sostituire il manto naturale in punti in cui non vi è più.

Esiste anche una varietà di scelta per quanto riguarda i colori (verde, bianco, rosso, nero). Tra le stuoie a telo basso vi sono anche le erbe sintetiche con uno spessore di 12 millimetri. Queste ultime, pur non avendo la stessa qualità delle erbe sintetiche professionali, visivamente sono molto simili al prato naturale, e all'esterno hanno una resa migliore rispetto alle stuoie a telo basso.

Un'altra soluzione di erba sintetica per l'esterno è la pavimentazione in tessuto, molto simile alla moquette. Essa non possiede spessore né ciuffi verdi, è idrorepellente e resistente alla luce.

La soluzione migliore per un giardino è l'erba sintetica professionale realizzata con un manto erboso morbido e ciuffi sempreverdi simili all'erba naturale.

Con l'erba sintetica si possono progettare giardini, aiuole, bordi piscina, attici, terrazzi e campi sportivi.

Erba sintetica in un campo sportivo

E per il montaggio del prato sintetico?

Montare un prato sintetico (ricordiamo detto anche erba sintetica) è un'operazione che chiunque abbia un minimo di manualità e spirito di intraprendenza può compiere, senza la presenza o aiuto di personale specializzato. La maggior parte delle volte i modelli di prato sintetico hanno un fondo in lattice che si adatta facilmente a qualunque tipo di superficie. E' ovvio che il risultato sarà migliore sulle superficie piane, ben livellate e compattate.

I prati sintetici, sul loro fondo hanno delle forature che consentono l'attraversamento dei liquidi, ma per sfruttare al meglio questa capacità è necessario creare una base drenante. Per permettere ai liquidi di defluire nel terreno anche verticalmente bisogna creare dei fondi in sabbia o ghiaia.

Dimostrazione di posa di un manto di erba sintetica

A seconda delle superfici il prato sintetico viene fissato con diverse modalità:

  • Per la posa su superfici in cemento, o comunque su fondi rigidi, nella maggior parte dei casi è sufficiente ancorare gli angoli con dei pesi, ad esempio dei vasi, oppure si può ricorrere a del nastro biadesivo ad alta tenuta per un fissaggio più stabile.

  • Per la posa su terreno, sabbia o ghiaia anche in questo caso la possibilità è quella di ancorare gli angoli del manto con dei pesi, come detto prima possono essere dei vasi. Nel caso in cui si desideri un fissaggio permanente si possono usare lungo il bordo dei picchetti per fissare il prato sintetico al suolo. Nel caso di posa su di un terreno, per evitare la ricrescita di erbacce sotto il prato sintetico o per separare il fondo del manto con il terreno si può utilizzare un sotto pavimento di Terreno non Terreno (TNT).

    Nel caso in cui si debbano fare delle giunzioni, dovranno essere tagliate le due estremità del prato in modo lineare ed effettuare poi la giunzione con un nastro ad alta tenuta o con una banda geotessile ricoperta da uno strato di colla bicomponente.

Dimostrazione del montaggio del prato sintetico

Alleghiamo un video di Videovip come dimostrazione di posa di un prato sintetico (o erba sintetica)

Per concludere, uno dei vantaggi dell'erba sintetica è appunto la manutenzione. Non tutti hanno il "pollice verde", mentre mantenere un prato sintetico è alla portata di tutti. Il manto in erba sintetica è esteticamente molto simile al prato naturale, mantenendo però le sue qualità invariate durante tutto il corso dell'anno. Inoltre i prodotti utilizzati per creare il manto sintetico sono molto resistenti all'usura e alle variazioni climatiche.

Non vi è necessità di tagliare o fertilizzare l'erba, non vi saranno più erbacce o zone inaridite e non più terra che entra dentro casa. Per rimuovere lo sporco e la polvere basterà utilizzare un'aspirapolvere quando il prato è asciutto, ed inoltre se il prato è drenante utilizzare un getto d'acqua fredda.

Articolo letto 10.673 volte

Autore

Roberta Bianca