Come viene eseguita la messa in posa del gres porcellanato? La tecnica e gli attrezzi del mestiere

Come avviene la messa in posa del gres porcellanato? Quali sono le tecniche più usate? Gli attrezzi del mestiere e una guida per procedere passo passo alla realizzazione fai da te di una pavimentazione in gres porcellanato: dalla preparazione della malta alla tecnica di incollaggio.

La pavimentazione è un processo che impegna tempo e denaro; la scelta del materiale da usare, infatti, deve essere accurata e proporzionata ai gusti e alle esigenze di coloro i quali occuperanno l'abitazione.

Scegliere di posare un parquet, sicuramente non sarà la medesima cosa che decidere di pavimentare con il gres, poiché la messa in opera di entrambi è molto differente, come anche la natura dei due materiali edili.

Se per il parquet il ricorso al fai da te è un processo conveniente, qualora si scegliesse la tecnica flottante (meno per quanto riguarda la tecnica incollata), per la posa del gres la tecnica cambia e una particolare attenzione alle metodologie di esecuzione sarà necessaria, al fine di avere un pavimento liscio e praticabile, bello a vedere e non pericoloso.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE TECNICHE DEL GRES PORCELLANATO?

Prima di fornire le spiegazioni utili per la messa in posa delle piastrelle di gres, è necessario conoscere quali sono le caratteristiche tecniche del gres, per comprendere meglio il suo comportamento.

In commercio si trova un'ampia gamma di piastrelle, poiché il mercato del gres è adeguato alle nuove esigenze e ha proposto dimensioni variabili che vanno da 5x5 a 180x180 cm, o addirittura, a veri e propri listoni con spessori da 7 a 16 mm, in grado di assecondare i gusti estetici più impensabili. Tutto ciò ha reso il gres comodo da posare in qualsiasi tipologia di camera, oltre che pratico e di estetica molto gradevole.

Pavimento in gres
(Pavimento in gres porcellanato)

Il gres, inoltre, viene definito porcellanato, grazie al suo coefficiente di assorbimento di umidità minore a 0,5%, così come prescritto nelle normative UNI. Maggiore è la resistenza all'acqua, dunque, minor è rischio di spaccature, anche perché il gres presenta un'elevata resistenza alla flessione, all'abrasione, agli urti, ai graffi e ai prodotti chimici.
Il gres viene completamente vetrificato, proprio per questo motivo, esso gode di tutte le caratteristiche meccaniche del vetro.

PROGETTARE LA POSA IN OPERA FAI DA TE

Se si è dotati di un'ottima manualità e si vuole procedere con la posa del gres sfruttando le tecniche fai da te, è necessario seguire determinati passaggi, a partire proprio da un'accurata progettazione dell'iter operativo da seguire.

La progettazione della messa in posa del gres deve valutare e analizzare tutte le variabili che servono a garantire la buona riuscita del montaggio, ovvero l'integrità delle piastrelle, la resistenza nel tempo e l'armonia della pavimentazione. Tutto ciò serve proprio per non incorrere in incidenti indesiderati che potrebbero verificarsi successivamente la messa in posa. Tuttavia, per far in modo che questo non accada è consigliabile tenere a mente tre semplici suggerimenti, ovvero i seguenti:

  • in primis, bisogna stabilire quale tecnica di posa si vuole attuare (regolare, geometrica o ad incastro, ma anche, con malta o con colla);
  • valutando la possibilità di trovare all'interno della confezione alcuni elementi che presentano molti difetti, è necessario acquistare una quantità di gres superiore rispetto a quello calcolato, sufficiente per il lavoro da svolgere; lo stesso vale anche qualora si presentasse la necessità di dover procedere con il taglio di alcuni pezzi per rifinire gli angoli o la fine del perimetro di una stanza;
  • sarà necessario anche stimare quanto gres sarà necessario conservare dopo la posa, ovvero quello che servirà per un eventuale sostituzione futura (solitamente è sufficiente mettere da parte il 10%).

QUALI SONO GLI ATTREZZI NECESSARI PER PROCEDERE CON LA MESSA IN POSA?

La messa in posa del gres avviene mediante due tipologie di allettamento, ovvero:

  • con malta cementizia;
  • con collanti.

Solitamente la posa a colla, in particolare quella effettuata con l'impiego di resine sintetiche, garantisce caratteristiche elastoplastiche migliori.
Per la posa del gres occorrono i seguenti attrezzi:

  • la cazzuola;
  • il martello o la mazzuola di gomma;
  • i distanziatori (chiamate anche crocette);
  • segatura.

Prima di scegliere qualsiasi tecnica di posa è fondamentale controllare le condizioni del massetto e nel caso in cui esso fosse gravemente danneggiato, sarà il caso di procedere prima alla sistemazione.

MESSA IN POSA DEL GRES CON MALTA

LA MALTA CEMENTIZIA: QUALE È LA SUA FUNZIONE?

Per posa del gres è necessario applicare uno strato di malta sulla superficie del solaio. È sempre utile attenzionare particolarmente la composizione della malta, soprattutto per l'applicazioni su superfici molto sollecitate: in questo caso lo spessore del materiale da stendere non dovrà essere inferiore ai 4 – 6 mm.
È altresì consigliabile stendere una guaina impermeabilizzante tra il solaio cementizio e la malta, al fine di migliorare la posa e la resa finale.

Posa con malta
(Posa con malta)

Esiste in commercio una tipologia di gres con il quale è possibile imitare alla perfezione le venature e le particolarità del legno o del marmo. In questo caso, però, il gres si presenterà sottoforma di listoni e sarà più conveniente ricorrere ad un collante specifico per la posa, invece che alla malta cementizia.

CHE COSA SERVE PER PREPARARE LA MALTA CEMENTIZIA?

Per preparare la malta cementizia è necessario seguire un preciso iter e impiegare determinati materiali.
Per coprire una superficie di 1 mq è necessario versare dentro un recipiente apposito 2,5 kg di cemento, 7 o 8 kg di sabbia per mq, l'acqua e miscelare insieme il composto.
All'interno delle confezioni, comunque, sono indicate le proporzioni da seguire per ogni materiale impiegato.

GUIDA ALLA MESSA IN OPERA DEL GRES CON MALTA

Prima di ogni cosa è necessario pulire il piano di posa, eliminando la polvere e lo sporco.
Dopo avere preparato la malta, secondo il procedimento illustrato precedentemente, bisogna predisporre i giunti relativi sia alla malta, che alle piastrelle e poi procedere bagnando il piano di posa.
La malta va stesa sulla superficie quando è ancora leggermente umida, lavorando il prodotto in modo tale da eliminare cavità o bolle d'aria.
È consigliabile incominciare con la posa del gres dal centro della stanza, sistemando le piastrelle con giunto unito o aperto.
Poi si procede con la posa delle altre piastrelle, dirigendosi verso la parete opposta a quella dove è collocata la porta d'ingresso della stanza e si continua posando le piastrelle verso i muri laterali: per distanziare i giunti, è utile impiegare sempre le crocette.

Preparativi per la posa del gres
(Preparativi per la posa del gres)

In seguito, procedere con la sigillatura dei giunti con la boiacca (per le fughe con una larghezza non superiore a 3 mm) o con malta (per le fughe con una larghezza superiori a 3 mm.)

Dopo aver concluso la posa di ogni piastrella, è necessario eseguire un controllo di battitura, cioè, provare a sollevare la piastrella posata per controllare l'aderenza alla malta ed essere sicuri che essa non si stacchi.

Sarà sufficiente attendere 3/4 giorni prima di calpestare le piastrelle, in ogni caso, è consigliabile gettare sul gres appena posato la segatura al fine di assorbire l'eventuale umidità; sarà sufficiente rimuoverla in seguito per mezzo di una scopa. Per i residui di malta, invece, sarà necessario ricorrere ad un panno inumidito e un po' d'olio di gomito.

MESSA IN POSA DEL GRES CON COLLA

Nel caso in cui, invece, si sia scelto di impiegare la colla e non la malta, sarà necessario stendere sulla superficie da piastrellare il prodotto e procedere con la posa del gres in maniera veloce, ma al contempo precisa.

La preparazione del collante è facilmente eseguibile purché si rispettino le indicazioni riportate all'interno della scheda tecnica presente nella confezione.
Prima che la colla si asciughi completamente, bisogna esercitare una certa pressione sulla piastrella al fine di farla aderire meglio, servendosi anche della mazzuola di gomma o del manico di legno del martello, battendo quindi sulla superficie.

La stuccatura delle fughe va eseguita quando la colla è completamente indurita, pertanto bisognerà attendere almeno il giorno seguente.

VIDEO - POSA DEL GRES CON COLLA

Articolo letto 26.036 volte

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello