Come pulire i pavimenti in PVC? I consigli per agire su tutte le tipologie di sporco

Quali sono i metodi infallibili per agire su tutte le tipologie di sporco che interessano i pavimenti in PVC? Tutti i rimedi e le tecniche necessarie per garantire una superficie bella e lucente, come se fosse nuova. I prodotti da impiegare e i rimedi per preservare le superfici in PVC dall'azione ostinata ed invadente dello sporco comune e di quello straordinario.

Il PVC è uno dei rivestimenti più impiegati in ambito industriale, pubblico e, negli ultimi periodi, anche privato. La sua immediatezza di posa, la sua facilità nella manutenzione, la sua economicità e la sua estetica delicata e raffinata, sono tutti fattori determinanti, i quali segnano la vittoria del PVC su altri materiali per rivestimento.
Il PVC, infatti, può essere posato facilmente, senza ricorrere ad un tecnico specializzato, cosicché gli ambienti diventano una tela bianca, da riempire con motivi, decori e colorazioni a piacimento; l'estrema economicità del PVC, inoltre, consente di mutare aspetto degli ambienti frequentemente.

Scale sporche, realizzate con piastrelle in PVC
(Scale sporche, realizzate con le piastrelle in PVC)

L'estetica ricercata, inoltre, ha conferito un motivo in più per ampliare la fama del PVC, assicurando abbinamenti e impieghi, fino ad ora impensabili.
Anche le tecniche di manutenzione e pulizia, molto semplici e immediate, consentono al PVC di classificarsi tra i materiali prediletti, in pendant con lo stile di vita moderno ed estremamente pratico. Proprio per questo motivo, il PVC viene sempre più impiegato per il rivestimento di pavimentazioni domestiche, in particolar modo, in sale da pranzo e stanze da letto.
Conoscere tutti i metodi e le tecniche per mantenere pulito il proprio pavimento in PVC, consente di prolungarne la vita e la bellezza.

QUALI SONO GLI ATTREZZI NECESSARI PER PROVVEDERE ALLA PULIZIA DEI PAVIMENTI IN PVC?

La pulizia dei pavimenti in PVC risulta essere un'operazione immediata e molto pratica, tuttavia è necessario fare attenzione a pochi e semplici accorgimenti, così da garantire una perfetta manutenzione delle superfici, ad iniziare dagli attrezzi necessari per la pulizia.
Nonostante la quotidianità ci abbia abituato all'impiego di arnesi generici per la detersione delle superfici, è utile ricordare quali sono quelli maggiormente impiegati per la detersione del PVC, ovvero i seguenti:

  • aspirapolvere per rimuovere la sporcizia;
  • un panno umido per rimuovere il detergente e l'accumulo di sporco;
  • panno di lana;
  • detersivi tradizionali, neutri e non abrasivi;
  • detersivo specifico per macchie ostinate;
  • detersivo liquido per riparare i graffi e le fessurazioni.

CONSIGLI GENERALI SUI PRODOTTI DA IMPIEGARE PER LA PULIZIA DELLE SUPERFICI IN PVC

Solitamente, è sufficiente procedere con la pulizia del PVC, mediante l'impiego di acqua tiepida e sapone neutro, da applicare con un panno umido. Tuttavia, vi sono casi in cui è indispensabile attenzionare lo sporco e provvedere di conseguenza in maniera alternativa.
Le macchie più comuni  e ugualmente più resistenti, presenti sulle superfici in PVC sono le seguenti: inchiostro, pomodoro, sangue, ruggine, catrame, grasso, vernice, benzina, alcool, tracce di gomma e unto.

Pavimento in PVC perfettamente pulito
(Pavimento in PVC perfettamente pulito)

Nel caso in cui lo sporco è particolarmente ostinato, è consigliabile impiegare detergenti specifici per ogni singola tipologia di macchia. Nella tabella qui di seguito si forniscono le indicazioni riguardanti i prodotti maggiormente usati per detergere macchie di sporco specifico.

TIPOLOGIA DI MACCHIA

DETERGENTE O RIMEDIO SPECIFICO

Ruggine Detergenti liquido anti-ruggine o acido ossalico.
Frutta, bacche, latte, crema, birra, bevande frizzanti
Detergente neutro con gocce di ammoniaca.
Chewing gum
Agente congelante o acqua fredda e dopo il congelamento provvedere alla rimozione con spatola.
Inchiostro, macchie di pomodoro, mostarda, sangue
Candeggina diluita, acqua ossigenata con volume 30 e aggiunta di qualche goccia di ammoniaca o l'aceto.
Catrame, grasso, vernice, benzina, alcool, tracce di gomma
Strofinare con un detergente puro poi sciacquare.

È indispensabile ricordare che per la pulizia delle superfici in PVC, non bisogna impiegare assolutamente detergenti con base a solvente, olio di lino, acetone o trielina, oppure prodotti quali vernici vetrificate, detergenti alcalini, sapone nero, sapone molle polveri e tamponi abrasivi.

COME EFFETTUARE LA PULIZIA ORDINARIA DEI PAVIMENTI IN PVC?

Le piastrelle in PVC possono essere posate sia all'interno di ambienti particolarmente trafficati e soggetti a calpestio, oppure in luoghi più tranquilli; proprio grazie a questa sua versatilità, il PVC può essere soggetto a differenti tipologie di sporco, ovvero quello più ostinato e quello, invece, più soft: per entrambi le tipologie di sporco è necessario intervenire in modo differente, al fine di garantire la perfetta resa delle pavimentazioni in PVC.

Rimozione della polvere e dello sporco da un pavimento in PVC
(Rimozione dello sporco dai pavimenti in PVC)

I pavimenti in PVC sono particolarmente soggetti allo sporco, poiché è sufficiente strofinare sopra la gomma delle scarpe per lasciare strisciate esteticamente poco gradevoli. Il PVC può anche risentire dell'azione dei prodotti chimici, anche quelli più comuni, come la lacca per capelli, l'acetone per rimuovere lo smalto delle unghie o anche il cibo e le bevande.
Al fine di mantenere le superfici in PVC ben pulite e conservare la loro bellezza perfettamente intatta, è necessario spazzolarlo, ogni giorno, mediante una scopa dalle setole morbidi; questo rimedio semplice contro lo sporco, può essere rinforzato con il passaggio di un panno morbido e umido, imbevuto di acqua e detersivo neutro, soprattutto nei casi in cui incrostazioni e accumuli vari si mostrano difficili da rimuovere.

Pavimento in PVC prima e dopo la pulizia
(Pavimento in PVC prima e dopo la pulizia)

Talvolta, però, il ricorso alla scopa è un rimedio sconsigliato, poiché si rischierebbe di sollevare troppa polvere che andrebbe ad attaccarsi alle pareti. Per questo motivo, è più indicato l'impiego dell'aspirapolvere, molto più pratico ed igienico.
Nel caso in cui ad essere pulite fossero le corsie di un ospedale, quest'ultimo rimedio non è la soluzione più adeguata, allora, è sufficiente lavare accuratamente il pavimento con un panno umido.

COME PULIRE I PAVIMENTI IN PVC QUANDO È PRESENTE UNO SPORCO OSTINATO?

Quando però lo sporco si fa molto più ostinato, ovvero per le macchie più persistenti, è necessario impiegare sostanze differenti, specifiche per la pulizia del PVC, con base di sapone e arricchiti con la cera.
I prodotti specifici vanno applicati sul pavimento in PVC mediante spruzzatura; questi, lasciati agire per venti minuti circa, devono essere rimossi con un panno pulito, al fine di rimuovere il detergente e i resti dello sporco catturato.

Pulizia accurata di un pavimento in PVC
(Pulizia accurata di un pavimento in PVC, mediante aspirapolvere professionale)

Una volta completata questa procedura di pulizia, è sufficiente passare sulla superficie un panno di lana perfettamente pulito e privo di polvere, così da conferire al PVC, nuovamente quel tocco di lucentezza.
È indispensabile tenere ben a mente che non è consigliabile versare sulle superfici in PVC un grande quantitativo di acqua, poiché, in caso di sollevamento di un lembo di pavimento o in caso di fessure, sarebbe inevitabile l'infiltrazione dell'acqua e il conseguente scollamento delle piastrelle e dei vari elementi: il collante, in questo caso, cederebbe, provocando il distacco, a causa del liquido eccessivo.

COME PULIRE UN PAVIMENTO IN PVC IN CASO DI MACCHIE PERSISTENTI?

Nel caso in cui i pavimenti in PVC presentassero macchie e imperfezioni evidenti, è indispensabile procedere in maniera differente, ovvero, ricorrere a prodotti specifici che consentono di agire in maniera mirata.
Nel caso di macchie ostinate, graffi, fessurazioni, è possibile rimediare, impiegando prodotti specifici i quali agiscono secondo due modalità, ovvero le seguenti:

  • sciogliendo le macchie;
  • riempiendo gli spazi che si sono creati.

Nel primo caso, infatti, i detergenti eseguono un'azione diretta sullo sporco, senza la necessità di ricorrere a metodi tradizionali, quali olio di gomito e spugne abrasive, le quali talaltro, provocherebbero danni irrimediabili al PVC.
Nel secondo caso, invece, i prodotti si comportano come PVC liquidi, i quali consentono di colmare i vuoti provocati da graffi e fessurazioni sulle superfici. Una volta asciugato, il liquido consentirà di camuffare il difetto sulla pavimentazione.

Pulizia accurata di un pavimento in PVC
(Pulizia accurata di un pavimento in PVC)

Entrambe queste due tipologie di prodotto, solitamente, hanno una base di cera, dunque devono essere distribuite omogeneamente sulla superficie mediante una lucidatrice elettrica, dotata di spazzole di feltro.
Prima di effettuare questa operazione, è sufficiente attendere pochi minuti dopo aver versato il liquido, così da favorire l'azione detergente.
Subito dopo, con la medesima lucidatrice, dotata questa volta di cuffie di lana, è necessario procedere con la sgrossatura, la quale consentirà di lucidare il pavimento in PVC, raschiare via le macchie più ostinate e riconferire l'antico splendore della superficie.

CONSIGLI UTILI PER PROLUNGARE LA VITA DEI PAVIMENTI IN PVC

Al fine di mantenere a lungo la bellezza dei pavimenti in PVC è utile prestare la massima attenzione ad evitare che essi vengano in contatto con oggetti di gomma, quali le stuoie, i tappetini, poiché, come già si è detto, essa potrebbe rilasciare del colore sulla superficie che difficilmente verrà via.
Proprio per tale motivo, è indispensabile usare sedie con ruote adatte per il PVC, oppure rivestire i piedi delle sedie con gli appositi salva pavimenti, ovvero i feltrini.
Inoltre, è consigliabili procedere sempre con la pulizia delle superfici esterne o limitrofe ai locali rivestiti in PVC e ricordarsi di posizionare uno zerbino davanti all'ingresso degli ambienti.

Articolo letto 28.967 volte

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello