Come avviene la messa in posa delle piastrelle in ceramica? Le spiegazioni passo dopo passo

Una guida per le tecniche fai da te: la posa delle piastrelle in ceramica spiegata passo dopo passo. Dal disegno preparatorio, alla stuccatura delle fughe: per eseguire un lavoro ben fatto bisogna conoscere tutti i segreti e gli attrezzi del mestiere.

Il mondo delle piastrelle in ceramica continua ad affascinare sia per le continue innovazioni che lo coinvolgono, sia anche per i colori e per il design ai quali sta abituando la clientela moderna. La praticità nella pulizia, oltre che nella messa in posa, fanno in modo che le ceramiche siano il nuovo fiore all'occhiello dell'edilizia contemporanea.

A CHE COSA È DOVUTO IL SUCCESSO DELLE PIASTRELLE IN CERAMICA?

Un tempo, le piastrelle in ceramica erano considerate come materiali di secondo ordine, economici e destinati a ricoprire un ruolo di rilievo esclusivamente per il rivestimento di cucine e bagni. Oggigiorno, invece, tutta la casa apre le porte alle ceramiche, poiché nuovi stili e nuove texture si fanno avanti all'interno del mercato. Dalla seconda metà del secolo scorso, la ceramica, nelle sue differenti forme, ha avuto la meglio su marmo e graniglia, occupando il loro posto in molte abitazioni civili.

Posa di piastrelle in ceramica
(Posa delle piastrelle in ceramica)

La fama delle piastrelle in ceramica si fa sempre più grande, tanto che ha convinto una grande fetta di clientela che, oramai, si dimostra devota a questo materiale. La loro leggerezza, la facilità di pulizia e manutenzione, la resistenza all'usura e l'attitudine a riprodurre qualsiasi tradizionale pavimento tradizionale (effetto marmo, effetto parquet), almeno per ciò che riguarda l'aspetto estetico, hanno dato il via ad una conversione che ha portato la ceramica a primeggiare nel campo edilizio.

La sua supremazia emerge molto di più perché gli ambienti domestici si colorano e si decorano secondo personalissimi stili, che è possibile combinare a piacimento, anche seguendo le tecniche fai da te. La messa in posa delle piastrelle in ceramica costituisce una pratica molto semplice da mettere in atto, tanto che l'elenco di appassionati si affolla sempre di più.

QUALI SONO GLI ATTREZZI NECESSARI PER LA MESSA IN POSA DELLE PIASTRELLE IN CERAMICA?

Al fine di indicare una guida ben dettagliata per gli appassionati delle tecniche del fai da te, verranno chiariti e approfonditi tutti i passaggi necessari per realizzare una messa in posa delle piastrelle in ceramica eseguita a regola d'arte, ad iniziare proprio dagli attrezzi del mestiere.

Per procedere con la messa in posa delle piastrelle in ceramica, è necessario possedere i seguenti arnesi e materiali:

  • la colla;
  • le piastrelle;
  • il cemento per la preparazione della malta che servirà a sigillare le giunture tra le piastrelle;
  • una squadra da muratore;
  • un righello;
  • livella;
  • silicone;
  • filo da muratore;
  • una matita;
  • un frattazzo;
  • una cazzuola;
  • i distanziatori di plastica;
  • un martello di gomma;
  • una spatola dentellata;
  • un flex dotato di dischi taglienti per rifilare le piastrelle fuori misura.

CHE COSA C'È DA SAPERE SULLA POSA DELLE PIASTRELLE IN CERAMICA?

La messa in posa delle piastrelle in ceramica può essere realizzata su diverse tipologie di sottofondo, ad esempio le solette in cemento o le vecchie pavimentazioni.
Al fine di realizzare una posa fatta bene è necessario studiare attentamente la superficie da ricoprire, progettare ogni singola fase e assicurarsi che il posatore abbia una buona capacità tecnico-artigianale.

Posa delle piastrelle in ceramica per il rivestimento di una parete
(Posa delle piastrelle in ceramica per il rivestimento di una parete)

Prelevare le piastrelle da più involucri, mescolandole, in modo tale da creare un colore più armonioso ed evitare l'effetto macchia. La tonalità scelta, infatti, può variare da confezione a confezione, sebbene si tratti sempre del medesimo colore.
Al momento dell'ordine, conteggiare il 10% in più delle piastrelle, per rimediare in caso di eventuali errori o rotture.

LA MESSA IN POSA DELLE PIASTRELLE IN CERAMICA SPIEGATA PASSO DOPO PASSO

Procurati tutti gli arnesi che servono per la posa delle piastrelle in ceramica, si procede con la descrizione della procedura da eseguire per la realizzazione di una pavimentazione o di un rivestimento.

AZIONE 1 – CALCOLO DELLE PIASTRELLE NECESSARIE

La prima azione da fare consiste nel calcolo della quantità di piastrelle necessaria. Se si scelgono le piastrelle rettangolari, sarà sufficiente dividere la lunghezza di una parete per quella di un lato della piastrella e poi procedere allo stesso modo per l'altra parete della stanza. I risultati così ottenuti dovranno essere moltiplicati tra di loro.
Nel caso in cui si scegliesse di posare le piastrelle quadrate, l'operazione di calcolo risulterà molto più semplice, poiché basterà dividere la lunghezza di ognuna delle due pareti per il lato della piastrella e poi moltiplicare i due risultati.

AZIONE 2 - PREPARAZIONE DEL FONDO

Il secondo passo da eseguire consiste nella verifica del sottofondo, eliminando qualsiasi difformità e irregolarità, pulendo accuratamente la superficie sottostante, aspirando la polvere e sgrassando.

In particolar modo, se si decide di posare su un pavimento già esistente, bisogna valutare se questo sia compatto, asciutto, pulito, privo di lesioni o avvallamenti; in caso contrario è possibile procedere con l'ausilio di uno scalpello per rimuovere qualsiasi tipologia di residuo, fessurazione o mattonella logora. Le parti traballanti andranno rimosse, gli eventuali vuoti andranno colmati e livellati con l'apposito materiale cementizio.

Le vecchie piastrelle dovranno essere pulite con l'aspirapolvere o con prodotti specifici e se troppo lisce, levigate o picchettate al fine di consentire l'aderenza della colla.

AZIONE 3 – ALLINEAMENTO

Per mezzo del filo per muratore, segnare sul sottofondo le linee guida al fine di posare correttamente le mattonelle. Il disegno preparatorio, così realizzato, deve essere ricavato prendendo in riferimento, ad esempio, la porta d'ingresso della stanza e una delle pareti principali.

Una volta delineato l'asse principale, a questo si affiancano e si aggiungono le altre linee perpendicolari, le quali serviranno da guida per la posa delle piastrelle.
Se fosse necessario (in ogni caso è consigliabile per chi procede con le tecniche fai da te), prima di procedere con l'incollaggio delle piastrelle, è possibile realizzare una posa di prova, chiaramente senza colla, così da visualizzare la posa e apportare delle modifiche più gradite.

AZIONE 4 – INCOLLAGGIO DELLE PIASTRELLE

Prima di cominciare con l'incollaggio delle piastrelle, è necessario smontare la porta e tutti quegli elementi che impediranno di procedere con la posa.
Stendere la colla con la cazzuola e la spatola dentellata e procedere con la posa delle piastrelle una dopo l'altra, ricordandosi di distanziarle con gli appositi elementi in plastica, i quali andranno rimossi prima che la colla si asciughi completamente (i tempi di asciugatura sono riportati nelle confezioni dei prodotti usati). Per evitare che il collante si secchi in fretta, bisogna bagnare le piastrelle dalla parte del battuto.

Posa diagonale delle piastrelle in ceramica
(Posa in diagonale delle piastrelle in ceramica)

Le mattonelle intere andranno posizionate per prima, per poi procedere con l'incollaggio delle piastrelle perimetrali: in questo caso è probabile che si richieda il taglio delle stesse, al fine di ricoprire tutto spazio della stanza. Si consiglia di posizionare la piastrelle intere all'ingresso della stanza, così da garantire un buon impatto estetico.

Qualora si volesse procedere con la posa in diagonale sarà necessario iniziare dalla fila centrale, per la posa in verticale, invece, bisognerà cominciare in corrispondenza di un angolo, assicurandosi che esso sia retto.

Per facilitare l'aderenza delle piastrelle al sottosuolo sarà necessario batterle con il martello in gomma al fine di livellare la superficie ed eliminare le bolle d'aria.
Per tagliare le mattonelle e adeguarle alla superficie che esse devono ricoprire, si utilizzerà una tagliapiastrelle, facendo attenzione alla larghezza della linea di fuga; per realizzare i tagli circolari sarà necessario munirsi di una pinza da piastrellista e poi procedere poco per volta: in presenza di bordi irregolari sarà sufficiente carteggiare.
Attendere 24/36 ore per la completa asciugatura delle piastrelle.

AZIONE 5 – MONTAGGIO DEL BATTISCOPA (per la posa delle piastrelle per pavimento)

Il battiscopa assicura una rifinitura della pavimentazione e può essere posato solamente dopo che la posa è stata ultimata. Il battiscopa può avere un'altezza che va dagli 8 ai 10 cm e può essere realizzato tagliando a metà la piastrella. Il battiscopa va fatto aderire alla parete con il silicone, mentre per incollarlo alle piastrelle bisogna ricorrere alla colla.
Con il martello di gomma assicurarsi che il battiscopa sia perfettamente allineato e non presenti parti in sporgenza: in questo procedimento impiegare la livella.

AZIONE 6 – STUCCATURA DELLE LINEE DI FUGA E PULIZIA

Una volta completata la messa in posa si procederà con la pulizia della superficie, al fine di eliminare eventuali residui di colla o di polvere. Completata questa operazione, si passerà alla sigillatura delle linee di fuga con lo stucco scelto, il quale dovrà presentare la stessa gradazione di colore delle piastrelle: l'impasto viene steso sulla superficie per mezzo di una spatola gommata, avendo cura di riempire tutte le fughe.

Stuccatura delle piastrelle in ceramica
(Stuccatura delle piastrelle in ceramica)

L'ultima operazione riguarda la pulizia della superficie che può avvenire o con apposite macchine, oppure mediate una spugna, l'importante è intervenire quando lo stucco è ancora umido.

Dopo 48 /72 ore sarà possibile sottoporre il pavimento ad un normale transito.

Articolo letto 36.855 volte

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello