Che cosa sono le piastrelle mosaico? Quali le caratteristiche e la messa in posa?

Le piastrelle mosaico sono le predilette del mercato italiano: qualsiasi tipologia di rivestimento le accoglie e tutti gli ambienti ne sono idonei. Quali sono le loro caratteristiche e dove vengono maggiormente impiegate? Uno sguardo ai prezzi e ai materiali e un altro alle tecniche di messa in posa.

Tutti i materiali edili danno il benvenuto alle piastrelle in formato mignon. Tra gli scaffali dei rivenditori specializzati è possibile trovare piastrelle con formati piccoli, ma questa volta non solo in ceramica.

Le piastrelle mosaico hanno coinvolto anche i prestigiosi materiali quali il marmo e la pietra, dando vita a infinite combinazioni e decorazioni, occupando, sempre di più, un ruolo di rilevo all'interno delle abitazioni.

Piastrelle mosaico abbinate a piastrelle dal formato grande
(Piastrelle mosaico abbinate a piastrelle con formato grande)

Se in un primo momento le piastrelle da mosaico venivano impiegate per delimitare le parti di rilievo del bagno o della cucina, con l'avvento dei nuovi materiali, anche gli altri ambienti hanno aperto le porte al mosaico, così da creare giochi di colori e motivi apprezzati per l'estetica elegante ed accattivante.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DELLE PIASTRELLE A MOSAICO? E QUALI I FORMATI?

Le principali caratteristiche tecniche delle più comuni piastrelle per mosaico sono le seguenti:

  • la resistenza all'usura;
  • la facilità nella pulizia;
  • resistenza al passare del tempo.

Il formato ridotto delle piastrelle non pregiudica le caratteristiche tecniche, già comprovate per quelle di grandi dimensioni. A questa peculiarità va aggiunta anche la capacità di stupire e lasciare di stucco i clienti per le meravigliose combinazioni possibili, dunque per il grandissimo valore estetico.

Le piastrelle per mosaico sono disponibili in commercio in fogli da 10X10cm, 15x15cm, 30x30cm, con tessere che, mediamente, si attestano ad una misura di 2x2 cm.
La struttura a rete (o in carta), realizzata come supporto delle piastrelle, consente di ricoprire anche le superfici curve; allo stesso tempo, il foglio può essere tagliato e modellato in base alle proprie esigenze.

QUALI MATERIALI VENGONO IMPIEGATI PER LA REALIZZAZIONE DELLE PIASTRELLE MOSAICO?

Le combinazioni tra le piastrelle di varia natura riescono a creare svariate tonalità cromatiche, come anche decorazioni ricercate: gli ambienti che ospitano questi personalissimi decori, risultano brillanti e colorati, in perfetto stile moderno e contemporaneo.

Rivestimento di una hall con piastrelle mosaico in ceramica e metallo
(Rivestimento di una hall con piastrelle mosaico in ceramica e in metallo)

Proprio per questo grande boom di richieste, le aziende specialiste nel settore hanno arricchito le loro produzioni, accostando alle classiche piastrelle in ceramica anche altri materiali, in grado di combinare rivestimenti sempre più impensabili, ma che ben si abbinano agli ambienti e agli arredamenti.

Oggigiorno, grazie agli studi innovativi sui materiali tradizionali e grazie alla sperimentazione di nuovi, è possibile scegliere tra piastrelle per mosaico in diversi materiali, tra i quali i più impiegati in edilizia sono i seguenti:

  • gres porcellanato;
  • vetro;
  • marmo;
  • pietra ricostruita;
  • cotto;
  • metallo.

La produzione delle piastrelle mosaico in vetro, oggigiorno, acquista sempre di più un ruolo fondamentale nel panorama green. Di grande interesse è il rispetto per l'ambiente, infatti, le piastrelle vengono prodotte con l'80% di vetro riciclato.

Le piastrelle in gres porcellanato sono impiegate per il rivestimento di abitazioni moderne, caratterizzate da un tocco di artigianalità, in grado di trasmettere quel tipico calore delle case antiche. Le piastrelle mosaico in marmo, invece, vengono impiegate per il rivestimento di costruzioni d'epoca o per ristrutturazioni.

VANTAGGI E USI DELLE PIASTRELLE MOSAICO

Le piastrelle mosaico sono particolarmente versatili poiché riescono a mettere insieme le esigenze estetiche, con quelle funzionali, conferendo agli ambienti la giusta profondità e sensazione di ampiezza.

Rivestimento realizzato con piastrelle mosaico in vetro
(Rivestimento realizzato con piastrelle mosaico in vetro)

Un tempo, le piastrelle mosaico venivano impiegate per decorare alcune parti degli ambienti soggetti all'azione dell'acqua e dell'umidità, quali i bagni e le cucine; oggigiorno, invece, le piastrelle mosaico vengono impiegate per la realizzazione di decori e rivestimenti personalizzati, all'interno di qualsiasi tipologia di ambiente.

QUALE È IL COSTO DELLE PIASTRELLE MOSAICO E DOVE SI COMPRANO?

Il costo delle piastrelle mosaico comprende una rosa molto ampia a seconda del materiale scelto, del design e del formato. Tuttavia è possibile indicare un prezzo relativo alla fornitura e alla posa in opera delle piastrelle mosaico che si aggira intorno ai 150€ per mq.

Acquistare le piastrelle mosaico è molto semplice, poiché è sufficiente recarsi presso qualsiasi rivenditore specializzato per pavimenti e rivestimenti, come anche nei negozi di materiali edili o su portali web di vendita online.

COME POSARE LE PIASTRELLE MOSAICO?

I tempi moderni stanno assistendo al progressivo ritorno dei mosaici come decorazioni di interni e di esterni, alimentato dalla nascita di studi di design, specializzati nella messa in posa di questa tipologia di piastrelle.

Il mosaico viene impiegato sia per la realizzazione di rivestimenti di pareti e pavimenti, ma anche di complementi d'arredo, quali tavoli e sedute. Ciò è anche merito della facilitata messa in posa, realizzabile mediante le tecniche del fai da te.

Quadrotti di piastrelle mosaico
(Quadrotti di piastrelle mosaico)

I quadrotti di piastrelle mosaico, poste su rete o su carta, sono in grado di modificarsi a seconda delle esigenze, come anche assecondare le difformità del sottosuolo, anche se quest'ultimo deve essere preparato con cura, evitando difetti di planarità, assicurando, così una perfetta messa in posa.

PROCEDIMENTO

  • Procurarsi l'occorrete necessario, ovvero: le piastrelle, la colla, la malta cementizia, una spatola dentata, un martello gommato e una spugna.
  • Detergere il fondo con la massima cura, assicurando che esso sia ben asciutto.
  • Definire un layout da seguire per la posa delle piastrelle: per il disegno impiegare squadre e gessetti, definendo un punto di partenza e linee dritte.
  • Stendere il collante aiutandosi con una spatola dentata.
  • Rimuovere la pellicola di carta (prima bagnarla) o di plastica presente sulla parte anteriore della piastrella, seguando il senso diagonale; se fossero presenti residui di adesivo rimuoverlo.
  • Posare il quadrotto di carta o di rete con le relative piastrelle sulla zona interessata, facendo pressa con un martello di gomma o di legno, al fine di farlo aderire perfettamente.
  • Assicurarsi che tutte le piastrelle siano posizionate in maniera corretta, una accanto all'altra, al fine di evitare difetti di planarità e difformità estetiche.
  • Utilizzare le tronchesi per tagliare e spezzare le piastrelle, se necessario.
  • Procedere con la sigillatura delle linee di fuga mediante malta cementizia.
  • Pulire accuratamente la superficie e rimuovere i residui di stucco dalle piastrelle, per mezzo di una spugna e lasciare asciugare per circa 48 ore prima dell'uso.

ESEMPI DI PIASTRELLE MOSAICO

Qui di seguito si fornisce una carrellata di immagini rappresentative delle piastrelle mosaico più innovative.

Particolare di piastrelle mosaico con supporto

(Particolare di piastrelle mosaico in vetro con supporto in rete)

Piastrelle mosaico in metallo
(Piastrelle mosaico in metallo)

Piastrelle mosaico in ceramica azzurra
(Piastrelle in ceramica azzurra)

Piastrelle in metallo dalla forma irregolare
(Piastrelle in metallo dalla forma irregolare)

Piastrelle in pietra e metallo con cromie e decori differenti
(Piastrelle in pietra e metallo con cromie e decori differenti)

Articolo letto 12.961 volte

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello