Che cosa è il gres porcellanato? Le caratteristiche e le tipologie

Uno dei materiali più impiegati nell'edilizia moderna è il gres porcellanato: per quale motivo? Tutte le informazioni necessarie per conoscere il rivestimento più noto. Le caratteristiche, la messa in posa, le tipologie e le differenti rese estetiche. La soluzione per la ristrutturazione: il gres porcellanato sottile.

Arredare la propria abitazione con personalissimi stili e con un tocco di eleganza è un presupposto importante per noi italiani, amanti del buon gusto e del vivere bene. Ebbene sì, non solo gli indumenti rivelano l'identità di ognuno, ma anche l'ambiente domestico rispecchia e rivela gli stili di vita. Scegliere l'arredamento, come anche il rivestimento di pareti e pavimenti, costituisce un tentativo di creare, all'interno delle mura domestiche, un micro mondo nel quale vivere bene e in modo del tutto personale.

Gres porcellanato in cucina
(Pavimentazione di una cucina con gres porcellanato)

Conoscere i materiali da impiegare all'interno della propria abitazione consente di scegliere con criterio e valutare i possibili abbinamenti.
In Italia, il materiale maggiormente impiegato per il rivestimento di pareti e pavimentazioni è senza dubbio il gres porcellanato, il quale trova la sua collocazione in tutte le tipologie di ambiente, dalla cucina, al bagno, in ambienti più sofisticati o in locali esterni. Questo ampio raggio di impiego è dovuto, principalmente, alle nuove tecnologiche che hanno dato il via a sperimentazioni nel campo edilizio in grado di venire incontro ad una serie di esigenze, dalle più classiche alle più moderne.

CHE COSA È IL GRES PORCELLANATO?

Il gres porcellanato è una particolare ceramica compatta. Ad osservare una piastrelle realizzata in gres porcellanato, sono facilmente individuabili le due parti componenti, ovvero, il supporto e la parte smaltata. Mentre il primo serve a conferire quella particolare resistenza, tipica del gres, la seconda, invece, garantisce la valenza estetica. Entrambi gli elementi, tuttavia, costituiscono un pezzo unico e compatto, una massa omogenea.

Negozio con pavimento in gres porcellanato
(Pavimentazione di un negozio con gres porcellanato)

La parte in superficie può essere rivestita di smalto oppure può essere direttamente colorata, in entrambi i casi, tuttavia, le caratteristiche tecniche non mutano, infatti, in entrambi i casi, il gres presenta le medesime caratteristiche di materiale molto duro e resistente, in grado di controbilanciare l'azione degli agenti chimici e atmosferici, grazie anche alla sua particolare composizione di prodotti argillosi naturali. Secondo le normative tecniche UNI, si definisce porcellanato quel materiale che possiede un coefficiente di assorbimento all'acqua minore dello 0,5%.

QUALI SONO LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL GRES PORCELLANATO?

Il gres porcellanato è ampiamente impiegato per i rivestimenti di qualsiasi tipologia di ambiente, proprio per le sue qualità meccaniche che qui si rendono note:

  • resistenza all'abrasione;
  • resistenza al calpestio;
  • resistenza all'usura e al tempo;
  • resistenza ai prodotti chimici;
  • resistenza all'azione degli agenti atmosferici;
  • compattezza,
  • versatilità,
  • grande impatto estetico.

IN CHE COSA CONSISTE LO STATO DI PROTEZIONE DEL GRES? A CHE COSA SERVE?

Il gres può anche essere lavorato a specchio, ovvero può essere soggetto a levigatura, ma ciò lo rende particolarmente delicato e particolarmente soggetto ll'azione dello sporco e quindi alle macchie. Lo strato di porcellanato, infatti, lo preserva da tutte le azioni invasive del tempo e dell'usura.
Questo strato superficiale può variare in base alla tipologia di gres a disposizione, che sia esso naturale o levigato.

Bagno rivestito con gres porcellanato
(Pavimentazione e rivestimento di un bagno con gres porcellanato)

Mentre le altre piastrelle in ceramica smaltate sono costituite da un supporto interno, chiamato biscotto, e da uno strato in superficie che le rifinisce e conferisce loro quel particolare tocco estetico, il gres porcellanato, come già detto, costituisce un composto omogeneo e tutto lo spessore viene colorato in base alla tinta scelta (la superficie può sempre essere smaltata): questa sua particolare composizione conferisce a questo materiale un'ottima resistenza al calpestio, oltre che una bassa assorbenza e un alta impermeabilità.

COME VENGONO REALIZZATE LE PIASTRELLE IN GRES PORCELLANATO?

Le piastrelle in gres porcellanato vengono ottenute mediante un processo che consente di miscelare insieme vari materiali e materie prime (argille ceramiche, feldspati, caolini e sabbia), le quali vengono prima macinate e poi atomizzare al fine di essere pressate. La cottura delle piastrelle avviene, per circa 25-30 minuti, in forni che raggiungono gradatamente la temperatura massima di circa 1150-1250 °C, per poi ridiscendere nuovamente a temperatura ambiente.

Pavimentazione e rivestimento con gres porcellanato
(Pavimentazione e rivestimento parietale con gres porcellanato artistico)

Questo processo di cottura determina la formazione di uno strato di ceramizzazione in superficie, al fine di rendere quest'ultima resistente alle abrasioni, nonché impermeabile e duratura. In seguito alla cottura, le piastrelle vengono classificati a seconda del calibro, del tono e della scelta, secondo le norme dettate dall'UNI. Le piastrelle ottenute possono avere varie dimensioni e forme: quadrate, 60x60 cm o 120x120cm, rettangolare, oppure romboidale. A variare possono anche essere gli spessori, che vanno dai 7 ai 16 mm e le superfici possono essere smaltate e non smaltate. 

L'aspetto estetico del porcellanato, di norma, è di colore beige chiaro, ma questo può anche essere mutato e colorato (colorazione in massa), durante la fase di atomizzazione, secondo l'estetica desiderata.

IN QUALI AMBITI VIENE IMPIEGATO IL GRES PORCELLANATO?

Il gres porcellanato viene impiegato per il rivestimento di qualsiasi ambiente, interno ed esterno, classico e moderno, ma più di tutti, il gres è considerato il materiale per eccellenza per la pavimentazione di ambienti sottoposti ad un elevato calpestio, come, ad esempio, i ristoranti, gli aeroporti, gli uffici, gli ospedali, i centri commerciali.
Un'altra caratteristica del gres porcellanato, senza dubbio, è la sua grande versatilità estetica, grazie alle differenti possibilità di colorazione e decorazione derivanti dall'impiego delle nuove tecnologie. Con il gres porcellanato è possibile riprodurre qualsiasi tipologia di superficie, dal legno, al cotto e conferire agli ambienti la medesima valenza estetica di quella garantita dai materiali originali.

Anche in ambito dimensionale, il gres riesce a soddisfare qualsiasi tipologia di richiesta e gusto.

COME VIENE POSATO IL GRES PORCELLANATO?

La posa delle piastrelle di gres porcellanato avviene mediante tecnica incollata, rispettando un margine minimo tra i vari componenti. È indispensabile ripulire bene la superficie posata, al fine di rimuovere qualsiasi residuo di colla.
I video qui di seguito mostrano la procedura da adottare per posare il gres porcellanato nel caso del rivestimento di una parete e di un pavimento.

Il video che segue, invece, fornisce delle indicazioni circa la pulizia del gres dopo la messa in posa.

Quando il gres è sottoposto a levigatura, è indispensabile trattarlo con un prodotto impermeabilizzante con base solvente, in grado di garantire la complete protezione. L'impregnante va steso con un pennello e dopo 24 ore è necessario rimuovere il tutto con l'ausilio di una spazzola.

COME PULIRE IL GRES PORCELLANATO?

La pulizia ordinaria del gres porcellanato avviene in maniere semplice e immediata, poiché è sufficiente un normale prodotto per pavimenti in ceramica; per le macchie particolari, invece, è indicato impiegare un detergente-smacchiatore per grés porcellanato, che va applicato senza acqua, direttamente sulla macchia e, una volta essiccato, rimosso con una spugna umida.

QUALI SONO LE TIPOLOGIE DI GRES PORCELLANATO PRESENTI IN COMMERCIO?

In commercio, esistono differenti tipologie di gres porcellanato, nonché formati e decorazioni. Diverse soluzioni si adattano alle esigenze e agli interveti da effettuare all'interno delle abitazioni. Ad esempio, quando si vuole rinnovare la pavimentazione di una casa, ma non si vuole staccare completamente il pavimento preesistente, solitamente si ricorre a forme di rivestimento che garantiscono una facile posa e possono essere adagiate direttamente sulla superficie, ad esempio, come il parquet. Tuttavia, questi particolari forme di pavimentazione, talvolta, richiedono altre modifiche necessarie, quali l'accorciamento della misura della porta, l'eliminazione del battiscopa, ovvero, tutta una serie di aggiustamenti derivanti da problematiche inerenti allo spessore del rivestimento.

Pavimentazione con gres porcellanato sottile
(Pavimentazione in gres porcellanato sottile)

Il gres porcellanato offre differenti soluzioni che consentono di procedere con interventi di ristrutturazioni facili e immediati: ad esempio, il gres porcellanato sottile. Quest'ultimo, grazie alle dimensioni veramente ridotte, la leggerezza e la facilità nel trasporto, è in grado di adattarsi facilmente a tutte le tipologie di ambiente e a qualsiasi intervento di recupero. Le lastre di gres porcellanato sottile hanno uno spessore di 3 mm e sono eco compatibili, poiché vengono realizzati solo con materie prime completamente riciclabili, con una produzione effettuata nel massimo rispetto ambientale.

Tutte le informazioni contenute in quest'articolo sono state rielaborate prendendo spunto dalle seguenti fonti:

lavorincasa.it
lavorincasa.it
it.wikipedia.org
lavorincasa.it
faidate360.com
faidate360.com

Articolo letto 26.045 volte

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello